Notizie locali
Pubblicità

Covid-19

Effetto Draghi e "green pass" sui vaccini: a Catania si torna in fila nell'hub di S. G. La Rena

 Impennata di richieste di sieri dopo le parole del presidente del Consiglio, Intanto negli ospedali  aumentano i ricoveri 

Di Giuseppe Bonaccorsi

Dopo e parole del presidente Mario Draghi e il timore di non potere andare in vacanza per l’obbligo del green pass anche a Catania molte persone si sono messe al computer per prenotare la vaccinazione. L’impennata delle vaccinazioni. si è registrata venerdì  all’hub di via Forcile. In una sola giornata  sono state somministrate oltre 400 prime dosi. E  il numero di ieri  potrebbe essere addirittura superiore quando il Covid team fornirà i nuovi numeri. Intanto l’ufficio del commissario emergenza Covid di Catania ha istituito un servizio per il rilascio rapido del green pass. E’ rivolto a quanti per varie ragioni non riescono, in modo autonomo, a scaricare la certificazione. Per ottenere il green pass si può contattare, dalle ore 8 alle ore 20, il numero verde emergenza Covid Catania 800 77 53 75. Sempre nella giornata di ieri, e anche questa mattina, in tanti hanno chiamato il call center per chiedere informazioni e assistenza. E saranno gli operatori del numero verde, di concerto con gli addetti dell’ufficio rilascio green pass, seguendo una apposita procedura, ad inviare agli utenti la certificazione.
«Vista l’obbligatorietà del green pass dal prossimo 6 agosto – spiega Pino Liberti, commissario emergenza Covid  – abbiamo pensato di aiutare quegli utenti che per ragioni differenti non sono nelle condizioni di seguire la procedura indicata dal ministero. Molti non hanno ricevuto l’sms. L’introduzione del green pass anche nella nostra provincia ha fatto registrare un rinnovato interesse per la somministrazione del vaccino. L’open day in corso fino al prossimo 27 luglio non ci consente di quantificare la percentuale di incremento, ma nei punti vaccinali, già da ieri, si è registrata una impennata della somministrazione delle prime dosi. Il dato dell’Hub di via Forcile ne è una testimonianza».

Pubblicità


Intanto negli ospedali dopo un periodo di calma sono tornati ad aumentare i ricoveri. In particolare al Cannizzaro su 45 letti disponibili già 21 sono occupati e tra i ricoverati ci sono anche due vaccinati. S tratta di una sessantenne immunizzata  con le due dosi AstraZerneca  e un 55enne con il vaccino Pfizer, anche lui con due dosi. Entrambi non sarebbero in condizioni serie. Il resto dei casi sono tutte persone non vaccinate e qualche giorno fa un 49enne che ha dichiarato di non aver volutamente fatto il vaccino è stata trasferito in rianimazione.
 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: