Notizie locali
Pubblicità

Covid-19

Giorgia Meloni rompe il silenzio: «Ho detto che mi vaccinerò e lo farò»

La leader di FdI incalzata dai giornalisti ha confermato la volontà di avere somministrato il siero: «Ma non sono d'accordo sull'obbligo»

Di Redazione

«Io l’ho detto e lo ripeto. Sono una persona che, a differenza di quanto trapela da certa stampa interessata, abituata a sostenere le sue tesi. Se avessi deciso di non vaccinarmi lo avrei già detto. Ho detto che mi vaccino, non vi preoccupate».

Pubblicità

Lo ha detto il presidente di Fdi, Giorgia Meloni, ai giornalisti a margine di un incontro del partito a Napoli per la presentazione del suo libro «Io sono Giorgia». 

«Sul tema dei vaccini - ha spiegato - penso che stiamo affrontando su un piano ideologico un tema che ideologico non è. Il vero problema della campagna di vaccinazione fino a qui è stata l’assenza di trasparenza e le informazioni caotiche e contraddittorie che hanno spaventato e allontanato i cittadini. L'unico modo che abbiamo di favorire la campagna è combattere l'assenza di trasparenza e la confusione con informazioni chiare, precise, che ci aiutino anche a fare delle scelte. Se alla confusione aggiungessimo gli obblighi non aiuteremmo la campagna. La domanda che continuo a fare e su cui aspetto che si dia una risposta definita e ufficiale. I vaccinati contagiano e possono essere contagiati oppure no? E’ una domanda fondamentale. Se i vaccinati non sono contagiosi e non si contagiano è una cosa. Se sono contagiosi e si contagiano, il vaccino non è efficace per fermare la circolazione del virus ma è efficace per fermare l’aggravarsi della malattia. Allora diventa ancora di più fondamentale per le categorie a rischio. Mentre noi parliamo della vaccinazione dei bambini, che è una cosa su cui mi permetto di avere dei dubbi, abbiamo più di due milioni di over 60 non vaccinati, che rischiano di finire in terapia intensiva e morire».
Ma se a confusione aggiungiamo obblighi non aiutiamo campagna 
 (ANSA) - NAPOLI, 19 LUG - «Io l’ho detto e lo ripeto. Sono una persona che, a differenza di quanto trapela da certa stampa interessata, abituata a sostenere le sue tesi. Se avessi deciso di non vaccinarmi lo avrei già detto. Ho detto che mi vaccino, non vi preoccupate». Lo ha detto il presidente di Fdi, Giorgia Meloni, ai giornalisti a margine di un incontro del partito a Napoli per la presentazione del suo libro «Io sono Giorgia». 
 «Sul tema dei vaccini - ha spiegato - penso che stiamo affrontando su un piano ideologico un tema che ideologico non è. Il vero problema della campagna di vaccinazione fino a qui è stata l’assenza di trasparenza e le informazioni caotiche e contraddittorie che hanno spaventato e allontanato i cittadini. L'unico modo che abbiamo di favorire la campagna è combattere l'assenza di trasparenza e la confusione con informazioni chiare, precise, che ci aiutino anche a fare delle scelte. Se alla confusione aggiungessimo gli obblighi non aiuteremmo la campagna. La domanda che continuo a fare e su cui aspetto che si dia una risposta definita e ufficiale. I vaccinati contagiano e possono essere contagiati oppure no? E’ una domanda fondamentale. Se i vaccinati non sono contagiosi e non si contagiano è una cosa. Se sono contagiosi e si contagiano, il vaccino non è efficace per fermare la circolazione del virus ma è efficace per fermare l’aggravarsi della malattia. Allora diventa ancora di più fondamentale per le categorie a rischio. Mentre noi parliamo della vaccinazione dei bambini, che è una cosa su cui mi permetto di avere dei dubbi, abbiamo più di due milioni di over 60 non vaccinati, che rischiano di finire in terapia intensiva e morire». (ANSA). 
 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA