Notizie locali
Pubblicità

Covid-19

Green Pass nei posti di lavoro, Sicilia pronta e Confindustria assicura: nessun problema nei porti e aeroporti

Non ci sono criticità nemmeno tra coloro che intendono sottoporsi al tampone ogni 3 giorni. In Aeroporto a Catania si potrà entrare anche senza carta di imbarco ma con la carte verde

Di Redazione

In Sicilia, nonostante la bassa percentuale di vaccinazioni, l’avvio ufficiale del green pass non dovrebbe creare particolari problemi. Sia nei porti che negli aeroporti e soprattutto nei trasporti la grande maggioranza dei dipendenti è in possesso della carta verde che consente l’ingresso nei luoghi di lavoro. E anche per quanto riguarda il reperimento dei tamponi per coloro i quali non sono vaccinati non si registrano criticità, come conferma l’assessore regionale alla Salute Ruggero Razza: «forse - precisa - sull'organizzazione nel mondo del lavoro ma questo problema come Regioni lo avevamo sollevato da tempo». 

Pubblicità

 

 

Il presidente di Confindustria Sicilia Alessandro Albanese rassicura: «Non abbiamo avuto particolari segnalazioni dalle nostre aziende, anche quelle più importanti per numero di lavoratori. Semmai siamo preoccupati, anche dopo quanto avvenuto a Roma, di manifestazioni "no vax" davanti alle grandi aziende o di qualche esagitato che magari potrebbe provare ad esacerbare gli animi. Comunque c'è una linea di grandissimo rigore e quindi senza green pass non si entra nei luoghi di lavoro». 

All’Amat, la società che si occupa dei trasporti urbani a Palermo, è arrivata una mail a firma di un sedicente comitato di lavoratori "no vax'". «Non sappiamo chi siano - spiega il presidente dell’azienda Michele Cimino -. Attendiamo di capirà cosa accadrà quando chiederemo il green pass per accedere ai luoghi di lavoro. La maggior parte dei nostri lavoratori è vaccinata, quindi non credo che avremo problemi a immettere nei turni gli autisti dei bus e garantire i servizi». 
 

Al comune di Palermo è stata emanata una precisa direttiva dal direttore generale Antonio Le Donne, d’intesa con il vice sindaco Fabio Giambrone, assessore al personale, perché da domani tutti i dipendenti per fare ingresso negli uffici dovranno esibire il green pass agli addetti alla portineria chiamati a verificare che sia tutto in regola. Soltanto dopo i dipendenti potranno registrare la presenza in ufficio attraverso il badge. «Ovviamente - dice Giambrone - ogni dirigente è responsabile che tutto sia a posto, se ci saranno criticità lo potremo sapere domani o lunedì». 

In aeroporto a Catania invece si potrà entrare anche senza carta di imbarco perché non è più in vigore la precedente ordinanza che limitava la possibilità di ingresso: passeggeri, accompagnatori, visitatori, fornitori e tutti i soggetti che a qualunque titolo debbano o vogliano recarsi nel terminal aeroportuale, potranno dunque accedere in aerostazione e circolare liberamente, purché dotati di Green Pass. La certificazione verde verrà controllata in ingresso, a tutti, tramite apposita App. Contestualmente all'apertura al pubblico, saranno anche rimosse le barriere di separazione tra le aree arrivi e partenze e all'interno delle stesse. Decadono anche le limitazioni orarie per i passeggeri in partenza, che potranno quindi accedere in aerostazione in qualsiasi orario. Restano invariate le misure di sicurezza per contenere il contagio da Covid 19. Permane l'obbligo di indossare la mascherina e di rilevare la temperatura corporea che non deve essere superiore ai 37,5 gradi.  L'ingresso al Terminal avverrà sempre solo attraverso la porta Ovest del piano arrivi e dalla rampa partenze (dove è attiva l'area Kiss&Fly per i saluti e lo scarico bagagli) e l'uscita dall'aerostazione avverrà sempre solo dalla porta Est del piano arrivi.

Fino al 31 dicembre 2021, per effetto dell'ordinanza regionale, permane l'obbligo del tampone rapido per i passeggeri in arrivo in Sicilia da USA, Malta, Spagna, Grecia, Portogallo, Francia, Paesi Bassi, USA. I tamponi vengono effettuati all'interno del Terminal B: i passeggeri dei voli interessati troveranno indicazioni e itinerari all'uscita dell'area di riconsegna bagagli.

 

In linea con le direttive emanate da Enac, la Società di gestione dello scalo etneo continua l'opera di preservazione del sistema aeroporto Covid free con costanti attività di sanificazione e misure di prevenzione a tutela dei passeggeri, ma anche degli operatori di Enti pubblici e privati.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA