Notizie locali
Pubblicità

Covid-19

Il bollettino del 21 luglio, 550 nuovi casi in Sicilia

I dati del ministero. Boom di contagi a Ragusa, 175, seguita da Caltanissetta 103. Incidenza in crescita e aumentano i ricoverati. Le vittime sono 9

Di Redazione

Il bollettino di oggi 21 luglio registra un incremento di 550 casi in Sicilia a fronte di 14.234 tamponi processati nell’isola. Ragusa la provincia con più contagi, 175, seguita da Caltanissetta 103, Agrigento 98, Palermo 60, Catania 36, Trapani 29, Enna 26, Siracusa 19, Messina 4.

Pubblicità

L’incidenza si attesta ancora poco sopra il 3.8% in crescita rispetto ai ieri a fronte di un numero minore di tamponi e di un numero di casi sovrapponibile. L'isola è sempre terza per i nuovi contagi giornalieri in Italia dopo Lazio e Lombardia. Gli attuali positivi sono 6.191 con un aumento di altri 391 casi. I guariti sono 150 mentre nelle ultime 24 ore si tornano a registrare 9 vittime che portano il totale dei decessi a 6.019. 


 Sul fronte ospedaliero si registra una risalita dei ricoverati che sono adesso 185, otto in più rispetto a ieri mentre diminuiscono i ricoverati in terapia intensiva che adesso sono 20, uno in meno. 

 

Non si arresta la significativa crescita dei casi Covid in Italia. I nuovi contagiati, registrati dal Ministero della Salute sono 4.259, in aumento rispetto ai 3.558 registrati ieri con un altrettanto aumento dei tamponi processati, 235.097 (ieri erano stati 218.705) con un tasso di positività che sale leggermente all’1,81%. A crescere sono pure i decessi, 21 (+11). I guariti oggi sono 2.235 mentre gli attuali positivi crescono di 1.998 raggiungendo il numero totale di 51.308.

Quasi stabile il numero dei ricoverati nei reparti ordinari, 1.194 (+2); tornano a scendere invece le terapie intensive, 158 (-7) con 9 nuovi ingressi (ieri erano stati 11). In isolamento domiciliare vi sono 49.954 persone. La regione con il maggior numero di casi è il Lazio (616), seguita da Lombardia (564) e Sicilia (550). 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: