Notizie locali
Pubblicità

Covid-19

La Sicilia torna in zona bianca: dalle mascherine ai ristoranti, ecco cosa cambia

Di Redazione

Da sabato la Sicilia torna in zona bianca dopo quasi due mesi di zona gialla e di bollettino giornalieri Covid che sembravano bollettini di guerra. ORa finalemnte la situazione epidemiologica sembra cambiata e quindi cambiano anche le regole con le restrizioni che saranno ridotte al minimo: smettono infatti di applicarsi le misure che regolano tutte le attività nelle altre zone. In vigore restano sostanzialmente l'obbligo del distanziamento di almeno un metro, l'UTILIZZO DELLA MASCHERINA, l'igienizzazione delle mani e il DIVIETO DI ASSEMBRAMENTO, sia all'aperto che al chiuso.  Ecco comunque le regole che valgono in zona bianca.

Pubblicità

FESTE CON IL GREEN PASS: Nelle zone bianche è consentito organizzare feste private successive a cerimonie religiose o civili, dunque matrimoni, cresime, comunioni, battesimi ma anche compleanni, feste di laurea e anniversari. Per parteciparvi però bisognerà  avere una delle 3 certificazioni verdi previste dai decreti attualmente in vigore: certificato di vaccinazione, certificato di guarigione, tampone negativo effettuato nelle 48 ore precedenti la partecipazione all'evento. 

RISTORANTI AL CHIUSO: Il consumo al tavolo negli spazi al chiuso è  consentito per le attività dei servizi di ristorazione senza limiti alle persone sedute al tavolo ma sempre con il Green Pass

DISCOTECHE: il Dpcm del 2 marzo che definisce le misure per la zona bianca afferma che «restano sospese le attività  che abbiano luogo in sale da ballo, discoteche e locali assimilati, all'aperto e al chiuso". Di fatto dunque, le discoteche potranno aprire ma solo per l'attività  di ristorazione e somministrazione, mentre resta vietato ballare in pista. Anche se è allo studio una misura ad hoc per la riapertura

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA