Notizie locali
Pubblicità

Covid-19

Long Covid, sintomi rimangono in 6 casi su 10

Circa il 66% di chi ha avuto ha avuto il virus ammette che il percorso di uscita è stato «molto o abbastanza lungo» e il 63% che si è trattato di un’esperienza «molto o abbastanza pesante»

Di Redazione

L’esperienza avuta come paziente Covid, sia che si consideri la fase acuta sia che si tenga conto delle possibili conseguenze a lungo termine, si è rivelata, nella maggioranza dei casi, impegnativa. Circa il 66% di chi lo ha avuto, ammette che il percorso di uscita è stato «molto o abbastanza lungo» e il 63% che si è trattato di un’esperienza "molto o abbastanza pesante». Inoltre, il 56% ha manifestato long Covid, di cui il 19% di tipo serio. Questo uno degli elementi emersi dal 19/mo Rapporto sull'attività ospedaliera in Italia «Ospedali&Salute» dell’Associazione italiana ospedalità privata (Aiop), presentato oggi al Ministero della Salute. 

Pubblicità


 Dall’indagine, basata su interviste a un campione rappresentativo della popolazione, emerge anche come, anche coloro che hanno avuto la fortuna di essere stati colpiti in maniera leggera dal Sars-Cov-2, si sono tuttavia trascinati delle conseguenze che si sono rivelate «molto o abbastanza lunghe» nel 27,6% dei casi. Questo «sovraccarico straordinario di assistenza ai pazienti contagiati dal virus e, non solo per le cure dirette del medesimo bensì anche per le analisi e le cure che richiede il long Covid che spesso segue, ha generato una domanda rilevante di prestazioni aggiuntive», evidenzia il rapporto. 

Mentre c'è stata una forte contrazione della domanda di prestazioni da pazienti non-Covid, sia per il blocco delle strutture che per la rinuncia legata al timore di contagio, la pandemia ha trascinato con sé «una domanda straordinaria» per i pazienti Covid o ex Covid. «I dati sulle liste di attesa tra il 2020 e il 2021, risultano in contrazione per la popolazione generale, mentre sono in forte crescita, e più che raddoppiate, per chi ha avuto un’infezione da Sars-Cov-2, cosa che ha portato molte regioni a mettere a punto pacchetti per i sintomi da long Covid, da mal di testa a problemi di memoria, da problemi respiratori a digestivi», ha commentato Nadio Delai, presidente di Ermeneia Studi & Strategie di Sistema, illustrando i dati del rapporto. 
 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA