Notizie locali
Pubblicità

Covid-19

Morta dopo AstraZeneca, chiesta l'archiviazione del procedimento

La famiglia della docente messinese, afferma la legale Daniela Agnello, continuerà a chiedere verità e chiarezza

Di Redazione

«Nonostante il deposito della relazione medico - legale che ha attestato la sussistenza di un nesso causale tra la somministrazione del vaccino AstraZeneca e il decesso della prof. Augusta Turiaco, a Messina la Procura di Messina ha presentato richiesta di archiviazione del procedimento penale». Lo dice in una nota l’avvocato Daniela Agnello, legale della famiglia Turiaco che aggiunge: «La Procura non ha fatto indagini sulla società che ha prodotto il vaccino AstraZeneca e non ha indagato sulle autorità che hanno autorizzato la somministrazione di un vaccino che ha causato la morte della nostra cara e amata Augusta. La famiglia Turiaco continua a chiedere verità e chiarezza, lamenta la mancata risposta agli inquietanti e allarmanti interrogativi rimasti senza indagine rispetto ad un vaccino non sicuro dal momento che ha causato la morte di Augusta».

Pubblicità

«La famiglia - prosegue l’avvocato - non si ferma e si rivolgerà al Giudice delle indagini preliminari per avere chiarezza e verità. L’esposto ha sempre costituito non un attacco alla campagna vaccinale, ritenuta necessaria e indispensabile, ma un segnale di allarme, una richiesta di indagini, di chiarimenti e di approfondimenti, di verità nel rispetto del diritto alla salute quale bene inviolabile della collettività». 
 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: