Notizie locali
Pubblicità

Covid-19

Vaccini, in Sicilia finora 2.173 somministrazioni prenotate per la fascia 5-11 anni

Aree dedicate e boccette di colore diverso per i bambini che si apprestano all'immunizzazione

Di Redazione

Sono 2173 ad oggi le prenotazioni per le vaccinazioni di bambini del target 5-11 anni in Sicilia che secondo i dati Istat comprende 309.928 persone. Nel dato sono contenute solo le prenotazioni nei 68 punti vaccinali dedicati. Oggi è cominciata la campagna vaccinale nei centri: solo nell’hub palermitano della Fiera del Mediterraneo a Palermo sono state fatte 190 vaccinazioni nell’arco della giornata. 

Pubblicità

L'assessore regionale alla Sanità Ruggero Razza ha detto: «Le aziende hanno realizzato delle aree dedicate. La cosa più importante che i cittadini devono sapere è che il vaccino per i bambini, che ha una colorazione diversa nella sua boccetta rispetto quello degli adulti, è conservato in maniera autonoma. Questo serve a dare il massimo della serenità a tutte quelle a tutte quelle famiglie che giustamente in questo momento si stanno interrogando sull'opportunità di vaccinare i loro figli». 

 

 

A Catania si è chiusa con 20 bambini vaccinati la prima giornata all’ospedale Cannizzaro della campagna anti Covid per bimbi dai 5 agli 11 anni. I primi a ricevere le dosi sono stati due fratellini di Catania, Luisa e Salvatore, rispettivamente di 10 ed 11 anni. La campagna ha preso il via alla presenza dell’assessore regionale alla Salute Ruggero Razza e del Commissario dell’area metropolitana Pino Liberti. 


Intanto il dipartimento attività sanitarie e osservatorio epidemiologico della Regione siciliana, col suo bollettino settimanale, rende noto che sono stati 6.168 i nuovi casi di positivi al covid registrati nella settimana, tra il 6 ed il 12 dicembre, con una sensibile ripresa della crescita dell’incidenza sul territorio regionale, pari al 30 per cento rispetto alla settimana precedente. L’incidenza cumulativa settimanale si è attestata al valore di 127 nuovi casi ogni 100.000 abitanti. Il rischio più elevato, in termini di nuovi casi su popolazione residente, si è registrato nelle province di Caltanissetta (192,64/100 mila abitanti), Messina (173,8), Catania (162,2) e Trapani (159,7). Il trend in incremento si è manifestato in tutte le fasce d’età, ma quelle che hanno continuato a sostenere la curva epidemica si collocano tra i 6/10 anni (295/100.000) e 11/13 anni (258,7/100.000) con un’incidenza più che doppia rispetto alla media della popolazione generale.

In aumento, anche, il numero dei focolai che sono passati dai 1.881 della settimana precedente agli attuali 2.109. L’andamento dei contagi si è accompagnato anche ad un incremento di nuove ospedalizzazioni (263) con ricadute sulla prevalenza di occupazione dei posti letto in area medica, in crescita rispetto alla settimana precedente.

Il 78% dei soggetti attualmente ospedalizzati sono non vaccinati o non hanno completato il ciclo di vaccinazione, dice il Dasoe. Nella settimana dall’8 al 14 dicembre continua a registrarsi un incremento delle dosi aggiuntive/booster mentre si evidenzia un decremento nelle prime dosi rispetto alla settimana precedente (-10,13%), dice il Dasoe. Complessivamente i vaccinati con dose aggiuntiva/booster sono 663.925. I vaccinati con almeno una dose si attestano all’83,63% del target regionale, gli immunizzati all’80,95%. Il 16,37% del target resta ancora da vaccinare. 

 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA