Notizie locali
Pubblicità

Covid-19

Vaccini, a luglio tagli alle consegne di Pfizer e Moderna. Musumeci: "In Sicilia la campagna va bene"

Il governatore: «Entro la fine dell’estate  contiamo di raggiungere l’immunità di gregge per circa l’80 per cento della popolazione»

 

Di Redazione

«La differenza tra le consegne di giugno e quelle di luglio sarà di 0,8 milioni di dosi, pari al 5% circa, in termini percentuali». Lo rende noto la struttura commissariale riguardo le consegne di Pfizer e Moderna. «Nel terzo trimestre dell’anno, luglio, agosto e settembre, 
le previsioni relative ai vaccini a Rna messaggero sono assolutamente coerenti con l’obiettivo del piano, che prevede - a livello nazionale - la vaccinazione entro fine settembre dell’80% della platea delle persone che possono sottoporsi a vaccinazione», conclude la struttura. 

Pubblicità

La notizia della riduzione di consegne ha destano preoccupazione tra le Regioni che temono un rallentamento della campagna vaccinale. Ma non sembra che ci sia allarme in Sicilia. La campagna di vaccinazione in Sicilia va bene e andrà meglio con l’arrivo di una «copiosa dose» di Pfizer, ha assicurato il presidente della Regione, Nello Musumeci, il quale ha previsto una caduta di contagi a luglio e agosto. «Entro la fine dell’estate - ha aggiunto - contiamo di raggiungere l’immunità di gregge per circa l’80 per cento della popolazione».  Musumeci ha poi detto che i centri vaccinali stanno assicurando un alto numero di somministrazioni.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: