Notizie Locali


SEZIONI
°

GDF

A Gela e Niscemi beccati altri 73 “furbetti” del Reddito di cittadinanza: tra loro pregiudicati e lavoratori in nero

Secondo i calcoli della Guardia di Finanza, hanno percepito indebitamente oltre mezzo milione di euro

Di Redazione |

La Guardia di Finanza ha denunciato 73 persone, residenti principalmente nei Comuni di Gela e Niscemi, che hanno percepito indebitamente il reddito di cittadinanza. I controlli hanno permesso di rilevare diverse irregolarità e falsità attestate nelle richieste rivolte all’Inps. In particolare, tra i soggetti denunciati alla Procura di Gela risultano extracomunitari privi del requisito di permanenza minimo nel territorio dello Stato, cittadini dichiaratisi disoccupati, ma che in realtà lavoravano «in nero», e soggetti con precedenti penali, anche in materia di criminalità organizzata.

Le indagini svolte, che hanno riguardato il monitoraggio di somme erogate per complessivi oltre 874mila euro, si sono concluse con la quantificazione di somme indebitamente percepite per un totale di circa mezzo milione di euro e la relativa segnalazione all’Istituto previdenziale che ha provveduto al blocco di ulteriori importi indebitamente richiesti per circa 400mila euro.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA