Notizie Locali


SEZIONI
Catania 31°

Indagini

Bimba morta in incidente, dubbi su chi fosse alla guida dell’auto. E anche la mamma di Aurora aveva bevuto

I carabinieri, che indagano, vogliono accertare con esattezza la dinamica del sinistro, non escludendo alcune ipotesi

Di Redazione |

I due genitori indagati per omicidio stradale per la morte della loro figlia di tre anni, la piccola Aurora, nel Palermitano avevano entrambi un tasso alcolemico alto. L’uomo aveva 1,34 microgrammi per litro, la donna 1,25 microgrammi per litro. Gli esami sono stati eseguiti anche sulla mamma della piccola perché i Carabinieri, che indagano, vogliono accertare con esattezza la dinamica dell’incidente stradale, non escludendo alcune ipotesi, neppure quella che alla guida ci fosse la donna, anche se il marito ha detto di esserci stato lui.

L’incidente si è verificato intorno alle 3 a Villabate, paese alle porte del capoluogo siciliano. Secondo Rosario Brusa, un fabbro di 40 anni, i freni della vettura avrebbero improvvisamente smesso di funzionare quando l’auto era in prossimità di una curva, in via Natta, dove un muro in cemento sorregge un cavalcavia e incrocia una strada sterrata.

La zia paterna della piccola l’ha ricordata in un toccante post su Facebook

La famiglia stava tornando da una serata trascorsa in una pizzeria sul lungomare di Aspra. Sulla vettura guidata da Brusa viaggiavano la moglie, il gemello di Aurora e il fratello quattordicenne, che aveva da poco telefonato ai genitori perché era rimasto in panne col proprio scooter a Ficarazzi, a pochi chilometri da Villabate. Al momento dell’incidente tutta la famiglia era in auto. Secondo quanto avrebbe riferito la mamma di Aurora a una parente, era lei a tenere in braccio la piccola.

Il corpo di Aurora è nel reparto di Medicina legale del Policlinico in attesa dell’autopsia. E proprio per potere procedere a eseguire atti irripetibili, come l’esame medico legale, che la Procura di Palermo ha iscritti nel registro degli indagati entrambi i genitori nell’attesa anche di verificare l’esatta dinamica dell’accaduto.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA


Articoli correlati