Notizie Locali


SEZIONI
Catania 21°

LA TRAGEDIA

Il mare mosso, i teli annodati, la caduta: il coraggio di Vito, morto da eroe per salvare 2 ragazzini che facevano il bagno

Il corpo di Bugliarello, 35 anni, è stato ritrovato dai sommozzatori dei vigili del fuoco di Reggio Calabria che lo cercavano da ieri dopo che l’uomo risultava disperso nello specchio di mare tra Siracusa e Avola

Di Redazione |

Ha salvato due ragazzini che erano in difficoltà mentre si facevano il bagno al mare ma è scivolato in acqua, non è riuscito a tornare a riva ed è morto. Il corpo di Vito Bugliarello, 35 anni, è stato ritrovato dai sommozzatori dei vigili del fuoco di Reggio Calabria che lo cercavano da ieri dopo che l’uomo risultava disperso nello specchio di mare tra Siracusa e Avola.

Bugliarello ieri aveva visto in difficoltà due ragazzini, entrambi minorenni, che approfittando della giornata primaverile avevano deciso di fare un bagno nei pressi del ponte di Cassibile, non lontano da contrada Marchesa. Si era pensato ad un primo momento che i due giovani erano finiti in acqua involontariamente mentre si scattavano un selfie: una tesi poi smentita dagli accertamenti e dal racconto dei due amici che invece stavano facendo un bagno.

I due una volta in acqua hanno difficoltà a tornare a riva e Bugliarello, che vede tutto dalla terraferma, decide di aiutarli: annoda due teli e un maglioncino creando una corda di fortuna cui si aggrappa uno dei due ragazzi che poi aiuta il compagno a tornare a riva. Nel frattempo, però, Bugliarello scivola in mare e la corrente lo trascina velocemente al largo facendo perdere ogni traccia del giovane, probabilmente rimasto anche contuso durante la caduta.

Le ricerche

Scatta l’allarme e sul posto accorrono vigili del fuoco, motovedette della Capitaneria di porto e un elicottero della Guardia costiera, ma di Vito nessuna traccia.

Le ricerche sono ricominciate alle prime luci dell’alba di oggi e nel primo pomeriggio sono stati i sommozzatori dei vigili del fuoco di Reggio Calabria a ritrovare il cadavere di Bugliarello.

Bugliarello era originario di Floridia, aveva frequentato l’Istituto tecnico Fermi a Siracusa ed era un amante dei viaggi che immortalava sulla sua pagina Facebook da Mykonos a Pukhet. Molti gli amici e conoscenti che gli rendono omaggio sui social chiamandolo “eroe” e apprezzando il suo coraggio e altruismo. «Staremo sempre vicino alla famiglia Bugliarello. Cercando di mettere ogni giorno in pratica ciò che vostro figlio ci ha insegnato con questo grande gesto», scrive un utente sotto il profilo del ragazzo.

La Procura aretusea ha aperto un’inchiesta, per accertare le cause della morte dello sfortunato floridiano.

Un gesto di grande umanità

«Quello di Vito è stato un gesto eroico e di grande umanità – ha commentato il sindaco di Avola, Cannata – l’intera comunità avolese si stringe al dolore della famiglia per la perdita di un giovane uomo che non si è risparmiato per salvare due vite umane. Un ringraziamento va anche i soccorritori che hanno dato tutto nelle ricerche dell’uomo finito, suo malgrado, in mare». Anche il sindaco di Floridia, Carianni ha espresso cordoglio: «Floridia perde uno dei suoi figli migliori – ha detto – un ragazzo che ha dimostrato un impareggiabile coraggio e un disarmante altruismo».

I funerali di Vito Bugliarello saranno celebrati mercoledì prossimo, nella chiesa di Santa Lucia a Floridia.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti:

Articoli correlati