Notizie Locali


SEZIONI
Catania 25°

gli sbarchi

Immigrazione, si riapre il fronte libico e Lampedusa resta sotto pressione

Quasi la metà degli ultimi arrivi sono salpati da Zuara, Sabrathra, Tripoli e Tagiura

Di Redazione |

Gli accordi non reggono. Ben 499, dei 1.326 migranti arrivati ieri a Lampedusa, sono partiti infatti con 7 barconi dalla Libia: da Zuara, Sabrathra, Tripoli e Tagiura. Le prime avvisaglie del fatto che anche il fronte libico delle partenze illegali si fosse riaperto si erano avute lo scorso 28 aprile, quando con tre barconi sono giunti in 256.

Ieri la conferma. E non soltanto perché i migranti soccorsi hanno dichiarato di essere partiti dalla Libia, ma anche per il tipo di natante usato per le traversate. Se dalla Tunisia i migranti salpano con un piccoli barchini di metallo (6 o 7 metri) che faticano a stare a galla, e su ogni natante vengono imbarcati al massimo una cinquantina di persone, dalla Libia si parte con barconi di legno di almeno 10 o 12 metri sui quali vengono sistemati, come dimostrato dagli sbarchi di ieri, fino a 130 persone.

Cambiano inoltre le nazionalità: dalla Libia partono più egiziani, marocchini, siriani, etiopi e palestinesi. Dalla Tunisia invece salpano più persone originarie di Costa d’Avorio, Ghana, Gambia, Mali e Sudan.

Nell’hotspot ci sono 1.425 ospiti, dopo il trasferimento di 349 di ieri sera con il traghetto di linea che è giunto a Porto Empedocle. La struttura di contrada Imbriacola, potrebbe ospitarne poco meno di 400.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: