Notizie Locali


SEZIONI
Catania 29°

Incendio

In fiamme la discarica di Mazzarà Sant’Andrea: interventi anche con i Canadair

Tante le forze dispiegate per domare l'ampio rogo

Di Redazione |

I vigili del fuoco del comando di Messina sono impegnati su larga scala nelle operazioni di spegnimento del vasto incendio che si è verificato nella discarica di Mazzarà Sant’Andrea. Tante le forze dispiegate: autobotti serbatoio, autobotti pompa, pick-up con modulo antincendio, Canadair e un elicottero dei pompieri. Le fiamme l’avevano lambita già ieri.

Attualmente stanno operando 5 squadre dei vigili del fuoco, personale specializzato in topografia applicata al soccorso di livello 2, squadra per interventi di tipo nucleare batteriologico chimico e radioattività, personale Dos (Direttore per le operazioni di spegnimento), Falco 10, Geronimo Sh64, Erikson e Canadair Can 18.Allertato il nucleo mezzi movimento terra (Mmt) su richiesta del Comando di Messina, verranno inviati i mezzi provenienti dal Comando di Catania per effettuare lo smassamento del materiale. È stata fatta ulteriore richiesta intervento aereo per invio di un altro Canadair. Sul luogo sono presenti carabinieri, polizia locale, protezione civile e l’Arpa.

L’incendio è partito dal torrente Mazzarrà, a secco, e si è poi propagato. Le fiamme hanno raggiunto prima le sterpaglie presenti nella vecchia discarica, ormai inutilizzata, e da lì a quella in attività, coperta da un telo andato in fiamme, dove i getti d’acqua dei mezzi aerei stanno creando le condizioni affinché si possa intervenire da terra con pale meccaniche e ruspe per spostare i rifiuti abbancati e creare una striscia tagliafuoco. Canadair ed elicotteri, col buio, non potranno alzarsi in volo.«L’area urbana – dice il sindaco di Mazzarrà Sant’Andrea, Carmelo Navarra – per il momento è preservata dal fumo, perché il vento spinge in direzione del mare, a valle del paese. Speriamo che non cambi la direzione». Anche nel vicino comune di Furnari la situazione è attualmente non a rischio dal punto di vista sanitario.Il sindaco Navarra ha pochi dubbi sulla natura dolosa dell’incendio appiccato nell’area del torrente.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA