Notizie Locali


SEZIONI
Catania 36°

L'IMPATTO MORTALE

Incidente sulla Palermo-Sciacca, ancora gravi le condizioni di Miriam: il suo tasso di alcol quasi due volte superiore a quello consentito

La 23enne è finita contro il guard-rail provocando la morte del figlio di 16 mesi e di una sua zia di 20 anni

Di Redazione |

Sono ancora gravi le condizioni di Miriam Janale, la 23enne alla guida della Fiat Punto che è finita contro il guard-rail la notte tra sabato e domenica 23 giugno sulla Palermo-Sciacca all’altezza di Giacalone. Nell’impatto sono morti il figlio di 16 mesi, Abd Rahim Gharsallah, e una sua zia, Selma El Mouakit, 20 anni. Le due vittime erano sul sedile anteriore della vettura e sono stati sbalzati fuori dopo lo scontro violentissimo.

Gli esami tossicologici eseguiti in ospedale hanno accertato la presenza un tasso di alcol di 1,35 microgrammi per litro, mentre il limite è 0.50. Per i neo patentati per i primi tre anni deve essere zero. Il dato confermerebbe che la giovane alla guida avesse bevuto durante la serata trascorsa a Palermo. Nell’auto viaggiava anche Chiara Irmanà di 20 anni, incinta, seduta dietro, che è rimasta ferita, ma le sue condizioni non sono gravi.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati