Notizie Locali


SEZIONI
°

l'impresa

Jaan Roose più forte della gravità: la traversata dello Stretto su una fune è già nella storia

Il campione estone ha compiuto una traversata da Guinnes dei Primato unendo un’isola alla terraferma, superando quel limite che separa il cielo dal mare, rimanendo in bilico a 230 metri sul mare nel tratto dove Jonico e Tirrenico si uniscono per 2h56’32”

Di Lorenzo Magrì |

Più forte del caldo, della gravità, del vento. Jaan Roose il campione estone della Red Bull ha cambiato oggi la storia dello slacklining in uno scenario pazzesco, diventando il primo uomo ad attraversare lo Stretto di Messina su una fettuccia di appena 1,9 centimetri tesa per oltre 3,6 km a oltre 200 metri di altezza. Il campione estone ha compiuto una traversata da Guinnes dei Primato unendo un’isola alla terraferma, superando quel limite che separa il cielo dal mare, rimanendo in bilico a 230 metri sul mare nel tratto dove Jonico e Tirrenico si uniscono per 2h56’32”. Per ben 3 ore Jaan Roose ha dimostrato una maestria esemplare e una forza mentale fuori dal comune, cancellando prima il record del mondo di 2,7 km e poi quando ormai era a pochi metri dal pilone di Torre Faro a Messina e caduto, ma è prontamente risalito terminando la storica traversata.

«Mi sento “Jaantastic” – le prime parole di Jaan Roose – appena ha toccato il pilone di Punta faro, sono super contento, un po’ stanco e provato». Poi riprende fiato e sorridendo ci dice: «Ma ragazzi, ho fatto la storia, ho camminato per 3,6 km sullo Stretto di Messina! È stata una lunga camminata, piena di sorprese dall’inizio alla fine, ho avuto qualche difficoltà, ma il tempo è stato buono, mi aspettavo più vento».

Tra cielo, terra e mare: saliamo insieme a Jaan Roose sui 3600m di slackline sospesi a oltre 200m d’altezza per valicare lo Stretto di Messina attraverso i frammenti video più emozionanti della storica impresa compiuta dall’atleta Red Bull. Filmati spettacolari, che non solo documentano la straordinarietà della performance, ma permettono allo spettatore di vivere il cuore dell’azione, camminando letteralmente accanto a Jaan lungo questa epica impresa sportiva, e osservando da una prospettiva inedita e mozzafiato uno degli angoli più affascinanti d’Italia. 

Approfondimenti sul giornale in edicola giovedì 11COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: