Notizie Locali


SEZIONI
Catania 28°

IL FEMMINICIDIO

Marinella di Selinunte: uccisa dal marito la vigilia di Natale, lei aveva deciso di lasciarlo

La vittima è  Maria Amatuzzo, aveva 29 anni assassinata a coltellate. Il coniuge Ernesto Favara, 63 anni, fermato con l'arma ancora tra le mani

Di Redazione |

Uccisa dal marito la vigilia di Natale. L'ennesimo femminicidio di questo 2022 è avvenuto a Marinella di Selinunte, frazione marinara di Castelvetrano, nel Trapanese.  La vittima è Maria Amatuzzo, aveva 29 anni. Il delitto è avvenuto nella sua abitazione, in via Cassiopea nella borgata marinara, fra quelle mura domestica che dovevano rappresentare il luogo in cui si sentiva più protetta, al sicuro. E invece il marito Ernesto Favara, 63 anni, ha posto fine alla sua vita con una serie di coltellate. Quando i carabinieri sono arrivati in via Cassiopea l’uomo aveva ancora l’arma del delitto in mano, sporca di sangue.

Ora Ernesto Favara si trova nella caserma dei carabinieri di Castelvetrano, per essere sottoposto a interrogatorio da parte del magistrato Stefania Tredici della Procura di Marsala. Non si sa ancora perché l'uomo ha ucciso la moglie. Ernesto e Maria Amatuzzo di 29 anni, vivevano insieme da una decina d’anni. Avevano tre figli, due gemelli.  

La coppia aveva una rivendita di prodotti ittici. E si trova nel quartiere pescatori della borgata marinara di Marinella di Selinunte la casa dove Favara ha assassinato la moglie. Il rione è abitato sia d’inverno che d’estate da pescatori. La casa del delitto ora è presidiata dai carabinieri, in attesa dell’arrivo del nucleo investigativo del Comando provinciale e del medico legale.

Secondo alcune indiscrezioni, potrebbe esserci la gelosia dietro l'omicidio di Maria. La donna, originaria del palermitano, pare che avesse deciso di porre fine al matrimonio con Ernesti. Potrebbe essere stata questa la scintilla che ha fatto scattare la furia omicida. Per lei non c'è stato nulla da fare.   COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA