Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Agrigento Palermo, i lavori lumaca e l'ultimatum della Regione alla Cmc: «Svolta tra due mesi o rescindiamo il contratto»

Sopralluogo nel cantiere con gli assessori Falcone e Cordaro e i tecnici di Anas

Di Redazione

Si è svolto al campo base di Villafrati il tavolo tecnico convocato dagli assessori regionali alle Infrastrutture, Marco Falcone, e al Territorio e all’Ambiente, Toto Cordaro, per fare il punto sullo sviluppo dei lavori di ammodernamento della strada a scorrimento veloce Palermo-Agrigento. Presenti anche i tecnici di Anas, guidati dal responsabile per la Struttura territoriale Sicilia Raffaele Celia e dal dirigente area Nuove opere Sicilia Luigi Mupo, e i tecnici del contraente generale Cmc.  Sono intervenuti anche i sindaci e commissari dei Comuni di Ciminna, Baucina, Lercara, Vicari, Mezzojuso, Cefalà Diana, Villafrati, Campofelice di Fitalia, Castronovo di Sicilia, Roccapalumba, Bolognetta.

Pubblicità

Gli esponenti del governo Musumeci, accompagnati da Anas e Cmc, hanno poi condotto un lungo sopralluogo sui diversi fronti di cantiere aperti lungo la Palermo-Agrigento nei tratti Ss 121 e Ss 189 fra Villafrati, Vicari e bivio Manganaro. 
 «Dopo il lungo approfondimento e il confronto che abbiamo avviato già da novembre con un vertice a Cefalà Diana, l’impegno che Anas assume oggi - affermano gli assessori Cordaro e Falcone - è quello di compiere una svolta effettiva nelle lavorazioni entro i prossimi due mesi. Qualche miglioramento c'è, ma è difficile potersi ancora ritenere soddisfatti. I progressi nell’immediato dovranno concentrarsi soprattutto nel tratto del viadotto Scorciavacche, inutilizzabile dal 2014, per riconnettere una viabilità resa disagevole e insicura dal prolungarsi all’infinito dei cantieri. Ci rivedremo sul posto, assieme ai sindaci, per tirare le somme. Nel caso il contraente generale non dovesse riuscire a invertire la tendenza neanche stavolta, la Regione - concludono gli assessori - chiederà ad Anas di procedere alla rescissione del contratto».
 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: