Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Ancora allerta meteo sulla Sicilia orientale, il sindaco di Catania chiude le scuole

L'avviso della Protezione civile e la vicenda del Boggio Lera hanno convinto il prima cittadino a emettere una nuova ordinanza

Di Redazione

 L’ampia area di bassa pressione presente sul bacino del Mediterraneo occidentale e sul Nord-Africa, continua a convogliare correnti umide ed instabili verso la penisola italiana. Questa situazione determina ancora tempo spiccatamente instabile sulle regioni centro-meridionali, specialmente su quelle tirreniche, con piogge e temporali, in particolare sulle due isole maggiori, in estensione dalla notte alla Calabria. Lo rende noto il Dipartimento della Protezione Civile, che ha emesso un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse che integra ed estende quello diffuso nella giornata di ieri.

Pubblicità

L'avviso prevede dalla notte di oggi il persistere di precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, sui settori orientali della Sicilia. I fenomeni interesseranno anche la Calabria, specialmente i settori meridionali e saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata per la giornata di domani allerta arancione sulla Sicilia orientale e sulla Calabria meridionale; mentre sulla Sicilia centro-meridionale e sulla Calabria centro-settentrionale è stata valutata allerta gialla.

L'allerta meteo arancione  sulla città di Catania, sentito il Prefetto, ha indotto il sindaco Salvo Pogliese a sospendere anche domani venerdì 12 novembre l'attività didattica di ogni ordine e grado  «La vicenda del liceo Boggio Lera  - ha scritto su Facebook il sindaco che sta approntando l'ordinanza di chiusura delle scuole e delle università - e la tragedia sfiorata dimostrano come la prudenza non sia mai troppa, soprattutto a seguito di un'allerta della Protezione Civile che ci avvisa del pericolo».

 

 

«Le verifiche nelle scuole continueranno - ha aggiunto - e saranno sempre più accurate e approfondite, anche con iniziative specifiche, come annuncerò nei prossimi giorni. Non amo chiudere le scuole a cuor leggero, ma sento forte, prima di tutto, la responsabilità nei confronti dei nostri ragazzi e ragazze, da Sindaco e da genitore».

Il primo cittadino raccomanda, almeno fino al cessare degli eventi atmosferici, di non mettersi in viaggio, di limitare gli spostamenti all’essenziale, di non attraversare sottopassi e non sostare per alcun motivo nei pressi di corsi d’acqua e nelle zone esposte a rischio di crolli. 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: