Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Augusta, arrivata la Geo Barents con 558 profughi

La nave di Medici senza frontiere ha  a bordo minori e donne incinta. Ancora in attesa di un porto la Sea Watch con più di 400 persone

Di Redazione

E’ approdata ieri sera nel porto di Augusta la nave Geo Barents di Medici Senza Frontiere con 558 profughi a bordo, tra i quali numerosi minori. Subito dopo l’attracco è stata decisa l’evacuazione solo dei casi sanitari urgenti, mentre le operazioni di sbarco di tutti gli altri migranti sono cominciate stamattina. 

Pubblicità

"Siamo felici per l’assegnazione di un porto sicuro per le 558 persone ancora a bordo della Geo Barents: potranno sbarcare in Italia e avere accesso alle cure di cui hanno diritto. Siamo felici per la donna all’ottavo mese di gravidanza che potrà finalmente essere visitata a terra, per il bambino che sta viaggiando da solo che potrà essere inserito in un percorso per la sua tutela in Italia, per il ragazzo che ha ancora delle ferite aperte dovute alle violenze in Libia. Siamo felici per tutti quanti gli altri che abbiamo soccorso e che sono tuttora dei naufraghi a bordo della Geo Barents". A dirlo è Fulvia Conte del team di soccorso di Medici senza Frontiere a bordo della nave umanitaria

 «I migranti sono restii a vaccinarsi perché non si fidano di firmare dei documenti, non dei vaccini» dice intanto il sindaco di Lampedusa Totò Martello. Il sindaco ha poi sottolineato che la storia dei migranti positivi in giro senza controlli «è una bufala colossale». 
 «Non c'è nessun pericolo che un migrante possa girare da positivo e non c'è nessun contatto fisico tra i migranti e la popolazione residente. Questo protocollo - ha aggiunto - è stato fatto per annullare le speculazioni di qualcuno che diceva che i turisti venivano contagiati». 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA