Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Bancarotta fraudolenta al parco acquatico, Dia sequestra beni per 450.000 euro a Campobello di Mazara

Tra i beni congelati denaro, quote societarie, beni mobili ed immobili (consistenti in 2 terreni e 3 autovetture). 

Di Redazione

La Direzione Investigativa Antimafia ha eseguito un Decreto di Sequestro preventivo emesso dal Tribunale di Marsala nei confronti di tre persone, imprenditori e amministratori anche di "fatto", di una nota società ricreativo/balneare campobellese e di un commercialista castelvetranese. Il valore del sequestro diretto e per equivalente è di oltre 450 mila euro. Le accuse sono di "Bancarotta fraudolenta", "autoriciclaggio" e "sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte", reati legati al fallimento della struttura ricreativa con annesso parco acquatico del campobellese. 

Pubblicità

 Viene rilevata la presenza di "...holding occulta.", costituita dai medesimi soggetti presenti sia nella società fallita che in quella rinnovata "al fine di perseguire utili risultati economici per il gruppo e le sue componenti, a scapito delle società. Sono stati complessivamente sequestrati: denaro, quote societarie, beni mobili ed immobili (consistenti in 2 terreni e 3 autovetture). 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA