Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Bimbo morto a Sharm, i genitori interrogati: «Mai mangiato fuori dal resort»

Rosalia Manosperti e Antonio Mirabile, di Palermo, sono stati sentiti, separatamente, dagli investigatori che stanno continuando ad indagare sulla morte del piccolo Andrea

Di Redazione

E’ durato circa due ore l''interrogatorio di Rosalia Manosperti e Antonio Mirabile, genitori del piccolo Andrea, morto a 6 anni a Sharm el Sheikh dove era in vacanza con la famiglia. La coppia è stata sentita dagli agenti della sezione omicidi della Mobile di Palermo su delega della Procura, che sta cercando di ricostruire luoghi frequentati dalla famiglia prima che Andrea e il padre, ora fuori pericolo, si sentissero male e cibo mangiato dai tre palermitani. Tra le ipotesi sulle cause del decesso c'è anche l'intossicazione alimentare anche se al Policlinico di Palermo, dove Mirabile è stato portato dall’Egitto, sostengono che a determinare la tragedia potrebbero essere anche intossicazioni da contatto o ambientali. 

Pubblicità

 

 

La coppia ha raccontato di essersi sentita male e di essersi rivolta alla guardia medica di Sharm che avrebbe parlato di intossicazione da cibo e di non aver mangiato mai all’esterno del resort in cui alloggiava, ma nessun altro ospite ha avuto gli stessi sintomi. Dato che ha spinto i pm a cercare di ricostruire tutti i movimenti dei Mirabile. I genitori di Andrea sono stati sentiti separatamente. La madre, incinta di 5 mesi, è ancora molto provata. «Prima di trarre qualunque conclusione dobbiamo attendere gli esiti dell’autopsia», commentano i legali della coppia. 
 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: