Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Caldo in aumento in Sicilia e l'isola brucia anche per mano dell'uomo

Per i picchi si attende il prossimo weekend, mentre vigili del fuoco e forestale da settimane sono già impegnati per spegnere i tanti roghi che si stanno verificando 

Di Redazione

Torna il caldo forte anche in Sicilia con una nuova ondata eccezionale e con l’inizio di questa settimana l’anticiclone africano diventerà sempre più forte tanto da far raggiungere temperature record su molte città in Italia e con valori massimi vicini o di poco superiori ai 40°C in pianura. Sono le previsioni di Antonio Sanò, direttore e fondatore del sito www.iLMeteo.it che avvisa come «queste condizioni meteo potrebbero accompagnarci fin quasi alla fine del mese, in una sorta di blocco anticiclonico con l’alta pressione ben piantata sull'Europa centro-meridionale». 

Pubblicità

I valori massimi, a partire da mercoledì 20 e almeno fino al weekend del 23 e 24 luglio, sono previsti in continuo e costante aumento con punte di 39-41°C in città come Milano, Pavia, Bologna, Ferrara, Padova, Firenze, Bologna, mentre al Sud e in Sicilia in particolare l'incremento della colonnina di mercurio è previsto a partire da venerdì 22 luglio.

Nell'isola non si arrestano gli incendi, alimentati sicuramente dal caldo, ma probabilmente accesi da mani fraudolente o da incivili. Un vasto rogo ha interessato nelle scorse ore le campagne di Bivona (Ag), in contrada Prato, poco fuori il centro abitato. Le fiamme si sono propagate in pochi istanti. Sul posto per le operazioni di spegnimento i vigili del fuoco e i volontari della protezione civile. Le fiamme divampate a poca distanza da un edificio scolastico. Diversi cittadini si sono dati da fare per come potevano per limitare la furia del fuoco. Il sindaco di Bivona Milko Cinà è certo che si sia trattato di incendio doloso, ritenendo che i piromani abbiano agito perché in quel momento non era attivo il servizio antincendio della Forestale. La situazione sta pian piano tornando alla normalità.

E un incendio è divampato questa mattina anche tra Casteldaccia, Trabia e Altavilla Milicia nel Palermitano. Sono state impegnate le squadre dei vigili del fuoco, della forestale e della protezione civile. Le fiamme partite in territorio di Trabia si sono presto propagate. Solo a tarda notte, intanto, è stato completamente spento l’incendio che ieri ha impegnato per tutta la giornata i mezzi aerei, i forestali e i vigili del fuoco sulle montagne di Montelepre. 
 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: