Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Caltagirone, detenuti si chiudono in una sezione del carcere per picchiare altri reclusi 

Uno ha rubato le chiavi del poliziotto di guardia e aperto le celle per dare il via alla spedizione punitiva

Di Redazione

Tre detenuti di una sezione del carcere di Caltagirone hanno picchiato altrettanti reclusi durante un raid punitivo scattato dopo essersi riusciti a chiudersi in una sezione del penitenziario del Catanese. Due di loro sono stati medicati in ospedale. Lo rivela la segreteria locale dell’Osapp, rappresentata da Rosario Ferrara, segnalando «lo stato emergenziale in cui versa l’istituto».

Pubblicità

Per il sindacato «purtroppo sembrerebbe che all’amministrazione penitenziaria centrale non interessi risolvere la cronica carenza di personale di Caltagirone». Per attuare il raid, secondo la ricostruzione dell’Osapp, un detenuto ha rubato le chiavi a un agente, che era solo, e si è chiuso in una sezione dove ha aperto le celle di tre detenuti che si sono avventanti contro altrettanti reclusi per una "vendettà tra loro". «A evitare il peggio - aggiunge il sindacato - ha contribuito il poliziotto che pur essendo rimasto fuori dalla sezione detentiva è riuscito a lanciare l’allarme a quei pochi colleghi in servizio nel turno pomeridiano che non bastano a coprire neanche il 50% delle condizioni minime di sicurezza. Come sempre a riportare l’ordine in istituto e a salvaguardare i fini che lo Stato affida alla polizia penitenziaria è stato l'alto senso di sacrificio dei colleghi residenti nelle vicinanze al Penitenziario, che dopo neanche 15 minuti dalla richiamata in servizio si sono precipitati per dar mano forte ai colleghi».

«L'auspicio - afferma Ferrara - è che alle prossime assunzioni si pensi ad un serio incremento di personale e non assegnare le poche mollichine di una pagnotta più grossa».

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA