Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Carabinieri di Catania, il 2021 chiuso con 2.700 arresti e 6.700 denunce

 L'Arma è stata attivamente impegnata, tra l’altro, nello svolgimento di numerosi e delicati servizi tesi al contenimento della pandemia

Di Redazione

Sono state svolte oltre 52.000 nel 2021 le pattuglie e le perlustrazioni effettuate dai carabinieri del Comando provinciale di Catania, nel corso delle quali sono state identificate 177.697 persone. L’anno scorso sono state denunciate 6.700 persone. Duemilasettecento gli arresti e 27.593 i reati perseguiti, che corrispondono al 76% delle denunce presentate. L'Arma è stata attivamente impegnata, tra l’altro, nello svolgimento di numerosi e delicati servizi tesi al contenimento della pandemia e numerose sono state le sanzioni per chi non ha osservato le disposizioni antiCovid. Circa 60.000 sono state le risposte alle chiamate pervenute alle Centrali Operative del Comando provinciale e delle Compagnie tramite il 112 Numero Unico di Emergenza, cui sono seguiti circa 21 mila interventi per reati, liti e per soccorso. Sul versante della lotta al traffico ed allo spaccio di sostanze stupefacenti i carabinieri hanno operato 809 arresti (142 dei quali per associazione finalizzata al traffico di stupefacenti).

Pubblicità

Nel contrasto alla criminalità organizzata catanese sono starter arrestate oltre 80 persone, sottraendo un numero consistente di armi tra pistole, fucili ed armi bianche (356) e procedendo al sequestro di beni per un valore di oltre 2,5 milioni di euro. Numerose le operazioni inoltre che hanno consentito di acquisire elementi indiziari sul conto di 149 persone che, a vario titolo, con false attestazioni, hanno indebitamente goduto del reddito di cittadinanza per un ammontare complessivo di oltre un milione di euro. Significativo anche l’impegno dell’Arma etnea nel contrasto della violenza di genere, che ha fatto registrare nell’ultimo semestre quattro femminicidi. 
 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: