Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Castelmola, volontari trovano inneschi pronti per essere dati alle fiamme

Problemi anche nel Trapanese dove un rogo ha distrutto un magazzino e nel Palermitano, con le fiamme che hanno minacciato alcune abitazioni

Di Redazione

Inneschi per attivare roghi a Castelmola, borgo del Messinese che sovrasta Taormina minacciato nei giorni scorsi da incendi che sarebbero stati appiccati da piromani. La scoperta è stata fatta da volontari della Protezione civile di Giardini Naxos. «In contrada Luppineria - spiega il loro portavoce, Ivan Micciulla - sono stati rilevati presunti inneschi, di cui uno già incendiato, pronti per essere ulteriormente accesi. Avviata la segnalazione alla Soris si è provveduti con la relativa bonifica». Continua, dunque, l'attività antincendio, su attivazione Dipartimento regionale della Protezione Civile della Regione Siciliana per il monitoraggio e controllo del territorio del comprensorio. La squadra di Giardini Naxos è impegnata a supporto dei Vigili del Fuoco della colonna mobile regionale del Trentino Alto Adige. "Una nostra squadra con relativo modulo Aib, inoltre - aggiunge concluso Micciulla - è intervenuta a supporto del Corpo Forestale della Regione Sicilia per un incendio nel Comune di Moio Alcantara». 

Pubblicità

NEL TRAPANESE. Ha appiccato all’alba il fuoco ad alcune sterpaglie vicino alla sua abitazione e poi è andato al bar. Le fiamme alimentate dal vento e dalle alte temperature in pochi attimi si sono propagate nei terreni circostanti raggiungendo anche un immobile di una proprietà confinante Con l'accusa di incendio e danneggiamento aggravato i carabinieri della stazione di Partanna, (Trapani) coordinati dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Sciacca  hanno denunciato V.T. 58 anni, pluripregiudicato.  I vigili del fuoco sono riusciti a domare l’incendio, con molte difficoltà. Le fiamme hanno danneggiato irrimediabilmente un fabbricato adibito a deposito di strumenti da lavoro di un’azienda. Le indagini si sono avvalse delle diverse testimonianze di alcuni cittadini e alle immagini di videosorveglianza. I militari dell’Arma sono riusciti a ricostruire la vicenda e a individuare il partannese come autore dell’incendio, che ha ammesso le proprie responsabilità.

NEL PALERMITANO I vigili del fuoco, forestali e protezione civile sono stati ancora impegnati per spegnere gli incendi di macchia mediterranea in due zone opposte della provincia di Palermo, a Partinico e Alia. Le squadre di soccorso hanno cercato di preservare le abitazioni nella zona dei roghi. Solo ieri complessivamente sono stati 174 gli interventi effettuati in Sicilia dai vigili del fuoco, forestali e protezione civile per spegnere gli incendi. Trenta quelli in provincia di Palermo. I comuni maggiormente interessati nel palermitano sono Altavilla Milicia, Trabia, Misilmeri, Bagheria, Partinico, Balestrate, Carini, Altofonte e Palermo. E' intervenuto anche un elicottero che sta effettuando diversi lanci di acqua nel comune di Altavilla Milicia. 
 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA