Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Catania, anguille sequestrate in Pescheria liberate nel fiume Simeto

Il sequestro è stato effettuato dalla Capitaneria di Porto e dai Carabinieri ha riguardato anche altro tipo di pescato, come spadotti, saraghi e ombrine

Di Redazione

Prodotti ittici sono stati sequestrati dalla sezione Polizia marittima della Capitaneria di porto e dai carabinieri Cites di Catania durante un'operazione di controllo, eseguita sabato scorso, nello storico mercato della Pescheria. Sono stati sequestrati cinque esemplari di Anguilla Europea, specie in pericolo di estinzione: il venditore che non era possesso di alcuna documentazione necessaria per la vendita ed è denunciato. Gli esemplari, dichiarati dal servizio veterinario dell'Asp di Catania idonei per la reimmissione in natura, sono stati liberati nelle acque del fiume Simeto, all'interno della Riserva Naturale Orientata.

Pubblicità

 

 

Sequestrati cinque esemplari di pesce spada sottomisura (spadotti) e comminate venditore per oltre 5mila euro al venditore.

In una strada secondaria della pescheria è stato trovato u un carrello con del prodotto ittico vario (saraghi, ombrine, pettini, tranci di pesce spada, acciughe) in stato di abbandono ed in cattivo stato di conservazione. Il pescato personale dichiarato non idoneo al consumo umano è stato conferito al servizio smaltimento rifiuto per successiva distruzione, mentre circa 15 Kg di pesce verificato come commestibile è stato donato ad un istituto di beneficenza.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA