Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Catturato il secondo coltivatore della piantagione in stile narcos sequestrata a Misterbianco

Quest'estate era riuscito a fuggire, mentre un suo complice era stato arrestato

Di Redazione

E' stato arrestato il secondo coltivatore della piantagione di marijuana in stile "narcos" scoperta a fine luglio a Misterbianco da Militari della guardia di finanza del comando provinciale di Catania che ora hanno arrestato Roberto Milici, 50 anni. Quest’estate era stato invece arrestato Mario Rosario Longo, di 27 anni, trovato in un capanno all'interno della vegetazione da dove controllava l'intero coltivazione, dove c'erano ben 740 piante di marijuana che erano state sistemate in una zona impervia nelle campagne di Misterbianco nascosta tra altra vegetazione un po' come avviene in Messico o in Colombia.

Pubblicità

 

La piantagione, dotata di un complesso sistema di irrigazione e realizzata su un appezzamento di terreno di oltre mille metri quadrati all’insaputa del proprietario, risulato estraneo ai fatti, era stata sequestrata lo scorso 29 luglio dalle Fiamme gialle. In quell'occasione di arrestato Longo mentre un suo complice era riuscito a fare perdere le tracce.

 

 

Indagini della guardia di finanza hanno portato all’individuazione di quest’ultimo, e la Procura di Catania ha chiesto e ottenuto dal Gip per Giuseppe Milici un’ordinanza che dispone per lui gli arresti domiciliari per illecita coltivazione di sostanza stupefacente. Il valore del sequestro è stato stimato dagli investigatori in circa un milione e mezzo di euro. 
 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA