Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Diciassette anni fa la scomparsa di Denise: «Chi l'ha rapita è libero e gira a Mazara del Vallo»

La mamma Piera Maggio e il papà Piero Pulizzi: «Non abbiamo perso la speranza di riabbracciare nostra figlia»

Di Redazione

«Oggi per noi è una giornata triste. Sono trascorsi 17 anni da quando è scomparsa la nostra piccola Denise e, nonostante tutto questo tempo trascorso, nulla è cambiato». Lo ha detto Piera Maggio, mamma di Denise Pipitone, la piccola scomparsa il primo settembre del 2004 a Mazara del Vallo. Oggi ricorre l'anniversario di quella giornata durante la quale, quasi all’ora di pranzo, la piccola di 4 anni fu rapita mentre giocava davanti alla sua abitazione di via Domenico La Bruna. «Noi genitori continuiamo a chiedere con forza la verità sulla scomparsa di nostra figlia - dice Piera Maggio, insieme al papà naturale della bimba Piero Pulizzi - affinchè chi è stato responsabile di tutto ciò venga assicurato alla giustizia». 

Pubblicità

«Siamo certi - sottolinea Piera Maggio - che chi ha rapito Denise è libero e continua a girare a Mazara del Vallo. Noi confidiamo nella magistratura che possa fare giustizia su questa triste vicenda. Non abbiamo mai perso la speranza di poter riabbracciare Denise, nonostante tutti questi anni». 

La Procura di Marsala, sulla base di nuovi elementi, ha riaperto nel maggio scorso l’inchiesta sul rapimento di Denise che era stata archiviata dopo l’assoluzione in via definitiva di Jessica Pulizzi, sorellastra della bimba.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA