Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Emergenza maltempo, Curcio a Catania: «L'evento non è ancora finito, ci attediamo altri momenti difficili»

Il capo della Portezione civile nazionale invita i cittadini alla massima attenzione

Di Redazione

«L’evento non è ancora finito. Bisogna mantenere alta l’attenzione, sono momenti difficili». Sono queste le prime parole del Capo Dipartimento della Protezione Civile nazionale, Fabrizio Curcio, arrivato questa mattina a Catania per presiedere una riunione in Prefettura per le'emergenza maltempo. «Siamo pronti, si sta facendo il possibile, vediamo cosa succederà, quello che si può pianificare si sta pianificando. I danni? Impatti importanti ci sono ma in questo momento non mi azzarderei a quantificarli».

Pubblicità

Curcio ha parlato in una pausa della riunione, ma il vertice è ancora in corso in vista della quantificazione dei danni, ma soprattutto in vista della nuova ondata di maltempo annunciata per il weekend con un nuovo vortice ciclonico in avvicinamento verso la Sicilia orientale. 

«I valori parlano in maniera molto chiara - ha detto ancora Curcio - : sono caduti millimetri di pioggia impressionanti. Noi pensiamo che quei 600 millimetri che sono stati registrati in alcuni casi siano molto evidenti rispetto all’impatto che c'è stato sul territorio. Eventi intensi e molto improvvisi su un territorio che ovviamente ha delle criticità». 

«Noi dobbiamo dare ai cittadini - ha continuato Curcio - questa comunicazione: l’evento non è finito. Adesso c'è un momento che sembra di attenuazione e lo è, ma i nostri modelli meteo ci dicono che l’evento tornerà. Se vogliamo fare una comunicazione utile dobbiamo dire non solo quello che si poteva fare in assoluto nel nostro Paese, ma dire ai cittadini di mantenere alta l'attenzione e di seguire le indicazioni che provengono dalle autorità - sindaci, prefetture e Regione - perchè ci aspettano delle ore che possono essere complicate».

«Bisogna ragionare sulla transizione ecologica. E’ un tema che dobbiamo porci e da affrontare subito, come è all’ordine del giorno delle agende internazionali» ha detto ancora Curcio al termine della riunione in Prefettura. «Seguo il dibattito sul cambiamento climatico - ha aggiunto - e ovviamente siamo tra quelli che pensano che bisogna fare della cose e lo stesso Governo delle cose le sta facendo. Abbiamo un ministero che si chiama della transizione ecologica. Sicuramente c'è un tema di medio e lungo termine. Noi come sistema di protezione Civile, oltre che contribuire nel medio e lungo termine, abbiamo il tema dell’'adesso"». (
 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: