Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Furbetti del cartellino, la Cgil: «Offesa per chi lavora onestamente»

Il segretario della Cgil di Palermo Mario Ridulfo, «Malcostume reiterato»

Di Redazione

«Questi comportamenti illeciti offendono quanti lavorano onestamente per garantire la tenuta dei servizi pubblici e quanti sono alla ricerca di occasioni di lavoro». Lo afferma il segretario della Cgil di Palermo Mario Ridulfo sull'operazione contro i 'furbetti del cartellinò. Il sindacalista rivolge «un plauso al comando della Guardia di finanza che con l’operazione 'Timbro liberi tuttì ha smascherato una serie ripetuta di truffe ai danni del Comune e di comportamenti, dettati dal disprezzo delle regole, che vanno non solo stigmatizzati e censurati ma sanzionati». «Le violazioni riscontrate dalle indagini, con pedinamenti e inquadrature su posto di lavoro, e le migliaia di ore di assenza registrate - conclude Ridulfo - svelano un malcostume reiterato,  che mette in crisi il funzionamento corretto dei servizi alla città e offende i dipendenti del Comune che lavorano seriamente e quanti il lavoro lo cercano».
 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: