Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Il caso Angelo Giorgianni, il magistrato no vax, finisce al Csm

Il consigliere della Corte d'Appello di Messina sul palco con i manifestanti di Roma contro il green pass. Diversi consiglieri togati hanno chiesto l'apertura di una pratica

Di Redazione

Una pratica urgente sul giudice della corte d’Appello di Messina Angelo Giorgianni dopo le sue dichiarazioni in occasione della manifestazione no green pass di sabato scorso a Roma.

Pubblicità

A chiederla i togati di Area al Csm Giuseppe Cascini, Elisabetta Chinaglia, Alessandra Dal Moro, Mario Suriano e Giovanni Zaccaro, che hanno depositato la richiesta al Comitato di presidenza del Consiglio. 

 

 

«Con riferimento alle notizie di stampa relative alle dichiarazioni rese pubblicamente dal dott. Angelo Giorgianni, consigliere della Corte di Appello di Messina, in occasione del comizio nel corso della manifestazione contro il “Green pass” tenutasi a Roma il 9 ottobre 2021, abbiamo richiesto l’apertura urgente di una pratica in Prima Commissione, al fine di verificare l’impatto di tali condotte sulla percezione della sua indipendenza quale magistrato», scrivono i consiglieri in un post. 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA