Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Incendiata la casa della famiglia del giornalista Orazio Aleppo

Episodio di chiara matrice dolosa che ha pesantemente danneggiato l'edificio a due piani (ma inagibile poiché terremotata), di proprietà del collega della Rai nonché segretario provinciale di Assostampa

Di Mario Previtera

Un inquietante incendio di chiara matrice dolosa ha pesantemente danneggiato l'abitazione residenziale a due piani, si tratta di una villa disabitata, inagibile poiché terremotata, di proprietà della famiglia del giornalista Rai, Orazio Aleppo e segretario provinciale di Assostampa.  

Pubblicità

Il grave episodio è avvenuto la scorsa notte, nella frazione acese di Pennisi (Acireale). Le fiamme che sarebbero state appiccate in diversi punti, versando del liquido infiammabile, hanno devastato ogni ambiente. Si è reso necessario un lungo intervento  - ben 12 ore di lavoro -  eseguito dai Vigili del fuoco dei distaccamenti di Acireale e Riposto.

 

 

Le operazioni si sono concluse solo in mattinata. Pesanti i danni agli arredi e alle infrastrutture della villetta a due piani, disabitata.  Sulla vicenda indagano i carabinieri della Compagnia di Acireale.

“Un gesto inquietante, ancor di più se fosse collegato all'attività lavorativa del collega Orazio Aleppo”. Ad affermarlo il gruppo Cronisti di Catania, in riferimento all'incendio doloso che la scorsa notte ha distrutto un’abitazione ad Acireale di proprietà della famiglia del giornalista Orazio Aleppo, caposervizio della Tgr Sicilia e segretario provinciale dell’Assostampa di Catania. “Si faccia subito chiarezza e si individuino e puniscano gli autori del vile gesto. Al collega la solidarietà dell’Unci”.  

Solidiarietà anche dal governatore Nello Musumeci: «Apprendo dell’incendio - pare doloso - che ha distrutto la casa di famiglia di Orazio Aleppo, segretario provinciale dell’Assostampa di Catania, e valido giornalista della Tgr Rai. Nell’auspicare una pronta conclusione delle indagini sull'inquietante episodio - ha affermato il presidente della Regione - esprimo sincera solidarietà ad Aleppo, certo che non arretrerà di un passo nella sua attività al servizio della collettività e della libera informazione». 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA