Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Irrompono in abitazione nel Messinese e picchiano proprietari: arrestati

Due uomini sono stati bloccati a Montagnareale: probabilmente erano entrati per una rapina

Di Redazione

Si sono intrufolati in un’abitazione di notte e hanno aggredito i proprietari. Due uomini sono stati arrestati in flagranza a Montagnareale (Messina) dai carabinieri con l’accusa di violazione di domicilio aggravata, lesioni aggravate e porto di armi od oggetti atti a offendere, in concorso. I militari sono intervenuti dopo la segnalazione di una donna e dell’ex marito, picchiati da due uomini, di cui uno con il volto coperto e armato di pistola, che avevano fatto irruzione in casa. Agli investigatori dell’Arma i due malcapitati hanno raccontato che gli aggressori, arrivati armati di bastone e di un tubo in metallo flessibile, dopo aver minacciato con la pistola la donna e averla spintonata, avevano raggiunto l’ex marito colpendolo ripetutamente, fino a quando il malcapitato è riuscito a fuggire.  

Pubblicità

I due a quel punto hanno cercato di raggiungere nuovamente l’uomo, ma usciti dalla casa e non riuscendo nel loro intento, hanno danneggiato l'auto della donna parcheggiata davanti casa, mandando in frantumi il lunotto. Prima di allontanarsi definitivamente, uno dei due ha esploso due colpi in aria. Uno dei due aggressori è stato rintracciato nella propria abitazione, dove i carabinieri hanno trovato e sequestrato tre bastoni in legno e una pistola a salve. Per l’uomo sono scattate le manette per violazione di domicilio aggravata, lesioni aggravate e porto di armi od oggetti atti ad offendere, in concorso. Le ricerche sono proseguite fino a quando non è stato individuato anche il secondo aggressore. Nei confronti di entrambi sono stati disposti gli arresti domiciliari.  

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: