Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Lampedusa, sbarchi senza fine, 21 dalla mezzanotte di ieri: hotspot al collasso

Centro di nuovo in emergenza, ci sono 1.400 persone a fronte di 350 posti

Di Redazione

Non si arresta il flusso di migranti che arriva in Siciia. Altri 73 migranti, con 4 diversi barchini, sono giunti a Lampedusa dove, da mezzanotte, si contano 21 approdi. Ad essere soccorse, fra 22 e 7 miglia dalla costa dalla motovedetta Cp319 della Guardia costiera e dall’unità Frontex Rv2170 sono stati 25, 12, 16 e 19 tunisini. Nei gruppi, partiti da Sfax, Zazis, Gabes e Kerkenna, anche donne e minori. All’hotspot di contrada Imbriacola si sfiorano le 1.400 presenze, a fronte di 350 posti disponibili.  

Pubblicità

Quindici sbarchi, per un totale di 411 migranti, si sono registrati fra la notte e la mattinata a Lampedusa (Agrigento) dove, ieri, invece, c'erano stati un totale di 13 approdi con poco meno di 350 persone. L’hotspot, con 1.184 ospiti, è di nuovo in piena emergenza dopo la raffica di soccorsi al largo della più grande delle isole Pelagie e dopo gli approdi di numerosi barchini che sono riusciti a giungere direttamente la terraferma: fra Cala Pisana e molo Madonnina. Al momento, a quanto pare, non sono previsti trasferimenti per provare ad alleggerire la struttura di prima accoglienza che ha una capienza massima di 350 posti. 

L’emergenza, a Lampedusa (Agrigento), è cominciata a mezzanotte quando 4 tunisini, fra cui una donna, sono approdati a Cala Pisana con un gommone di 2 metri. La Guardia di finanza, poco dopo, a mezzo miglio dalla costa, ha intercettato un’imbarcazione di 13 metri, partita da Zawija (Libia), con 123 pakistani, bengalesi, egiziani e sudanesi. La stessa motovedetta delle Fiamme gialle, nel rientrare in porto, ha intercettato un natante di 6 metri, partito da Zarzis (Tunisia), con a bordo 14 tunisini, fra cui 4 minori. A circa 4 miglia da Capo Ponente è stata invece bloccata una barca con 33 siriani ed egiziani, fra cui 10 donne e 2 minori. Direttamente a molo Madonnina è giunto poi un barchino di 5 metri, partito da Zarzis (Tunisia), con a bordo 13 tunisini, fra cui 4 minori. Sempre nello stesso punto, sono approdati altri 14 tunisini partiti da Djerba. A 3 miglia e mezzo dalla costa, la Guardia di finanza è tornata a bloccare - ed è stato il settimo barcone della notte - 13 tunisini su una barca di 5 metri e poco dopo, a 6 miglia, altri 38 subsahariani, fra cui 16 donne e 4 minori. All’alba sono sbarcati, dopo essere stati soccorsi a 19 miglia da Lampedusa, 41 bengalesi ed egiziani che erano su un’imbarcazione alla deriva. All’ingresso del porto, è stato bloccato un natante di 10 metri, partito da Zuara in Libia, con 45 egiziani, bengalesi e marocchini; poi un barchino con 18 tunisini, fra cui 3 donne, ed ancora altri 18, fra cui una donna e due minori. Il tredicesimo barchino, partito da Djerba in Tunisia, aveva a bordo 13 migranti, fra cui 2 minori, ed è stato bloccato dalla Guardia di finanza che ha anche fermato il viaggio di altri 24 tunisini su altre due barche. 
 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: