Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Latitante affiliato alla Stidda arrestato in Spagna: era nell'elenco del Viminale

Gioacchino Gammino era inserito nell’elenco dei latitanti pericolosi 

Di Redazione

Dia e la Polizia Nazionale spagnola, con il coordinamento della Procura Distrettuale di Palermo, hanno arrestato il latitante Gioacchino Gammino, inserito nell’elenco dei latitanti pericolosi del ministero dell’Interno. Pregiudicato per associazione di tipo mafioso, omicidio ed associazione finalizzata al traffico illecito di stupefacenti, è affiliato alla famiglia stiddara degli Incaglio di Campobello di Licata (AG), che, alleatasi con la Stidda nissena, negli anni '90 aveva scatenato una lunga e sanguinosa guerra di mafia contro Cosa nostra. Gammino arrestato per la prima volta nel '84 nell’ambito di un procedimento poi sfociato nel primo maxi processo a Cosa Nostra a Palermo, venne indagato allora dal giudice istruttore Giovanni Falcone per una vicenda legata a un traffico di droga. Nel '95 venne colpito da un’ordinanza di arresto in carcere per associazione di tipo mafioso per omicidio aggravato. Si è poi reso latitante, è stato catturato a Barcellona a fine anni '90, ma era riuscito ad evadere dal carcere romano Rebibbia nel 2002. 

Pubblicità

 

 

La cattura è arrivata al termine di un’attività della Dia di Roma e Palermo durata oltre due anni. L’operazione è stata coordinata della Procura Distrettuale di Palermo, seguita dal procuratore Francesco Lo Voi e dall’aggiunto Paolo Guido, con la collaborazione del Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia del Dipartimento della Pubblica Sicurezza. 
 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: