Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Marsala, 1.500 chili di pesce non tracciato sequestrato in stabilimento

Nelle celle frigo del frigo c'erano prodotti ittici senza le informazioni minime obbligatorie sugli imballaggi e sulla documentazione commerciale, in violazione della normativa sulla tracciabilità ed etichettatura

Di Redazione

La capitaneria di Porto della direzione marittima della Sicilia occidentale ha sequestrato 1.500 chili di pesce in uno stabilimento a Marsala. I controlli sono scattati da parte degli ispettori della pesca dei comandi di Palermo, Trapani, Mazara del Vallo e Marsala. Nel deposito di Marsala nelle celle frigo c'erano prodotti ittici senza le informazioni minime obbligatorie sugli imballaggi e sulla documentazione commerciale, in violazione della normativa sulla tracciabilità ed etichettatura. L’azienda è stata multata con una sanzione di 1.500 euro. L’attività di controllo su tutta la filiera ittica, proseguirà nei prossimi giorni al fine di tutelare i consumatori scongiurando pericoli per la salute pubblica e nel contempo prevenire comportamenti illeciti a tutela della risorsa ittica. Le verifiche si concentreranno anche su ispezioni alle attività commerciali all’ingrosso ed al dettaglio, alle attività di ristorazione.
 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: