Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Mascali: nasconde la cocaina ma il cane antidroga la fiuta nel muro, arrestato 26enne

I militari avevano notato uno strano andirivieni di giovani nei pressi dell'abitazione oggetto di perquisizione

Di Mario Previtera

I Carabinieri della Stazione di Mascali, coadiuvati dai militari del Nucleo Cinofili di Nicolosi, hanno arrestato un 26enne del posto nella flagranza di reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.Nel corso di una attività investigativa con appostamenti anche serali i militari avevano notato uno strano andirivieni di giovani nei pressi di una abitazione  di via Etnea nella quale per coincidenza abitava il 26enne, una loro “vecchia conoscenza” per specifici reati concernenti gli stupefacenti.

Pubblicità

A sorpresa e scattata l’altra mattina una perquisizione domiciliare. I Cc hanno subito però compreso d’aver fatto centro perché, dopo aver suonato il campanello, hanno udito concitazione e rumori all’interno dell’abitazione mentre l’uomo, invero, si attardava ad aprir loro la porta di casa verosimilmente perché impegnato a disfarsi della droga detenuta.

In seguito però quest’ultimo, aperto l’uscio a militari e vista la presenza del cane antidroga “Riley”, ha manifestato in maniera evidente il proprio scoramento consapevole che, di lì a breve, sarebbero sorti i suoi problemi.

Infatti, appena iniziata la perquisizione, il cane con il suo fiuto infallibile ha segnalato più volte ed in più punti dell’abitazione la verosimile presenza di droga fino a quando, all’interno di una scatola a muro per i collegamenti dell’impianto della TV, ha trovato un borsello contenente una pietra di cocaina nonché 4 dosi della medesima sostanza stupefacente già confezionate per la vendita al dettaglio, mentre i militari hanno rinvenuto in un cassetto la somma di 350 euro, anch’essa sequestrata perché ritenuta provento dell’attività di spaccio.

L’uomo, nell’immediatezza finito agli arresti domiciliari, è stato sottoposto all’obbligo di firma alla P.G. come disposto dall’Autorità Giudiziaria all’esito dell’udienza di convalida. 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA