Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Medicane, il meteorologo: «Il ciclone è tornato indietro e va scemando»

La stima del previsore meteo Sicilia dell’Aeronautica a Sigonella, Marcello Consolo

Di Redazione

 

Pubblicità

«Nella zona di Siracusa la situazione è critica, drammatica, con vento forte e precipitazioni copiose ma poi fortunatamente, fra qualche ora non oltre le ore 16, la situazione andrà a scemare con il fenomeno che scivolerà sempre più verso il basso Jonio per andare a “morire” sulle coste libiche. Ci aspettiamo ancora per qualche ora venti forti su Siracusa con precipitazioni copiose almeno sino alle ore 14».

 

 

Lo afferma all’AdnKronos il previsore meteo Sicilia dell’Aeronautica a Sigonella, Marcello Consolo.

«L'occhio del ciclone anziché procedere verso nord - aggiunge- ha avuto una retroattività, tornando indietro “scaricandosi” sul mare e con il richiamo di aria calda e flussi africani molto umidi si è centrato sulla parte siracusana e li sta scaricando la sua parte finale.

«Sin adesso -evidenzia Consolo- la quantità di precipitazioni rispetto a quelle avvenute su Catania pochi giorni fa, sono un quarto, circa 200 millimetri di pioggia ma sull'entità dei danni - precisa- non posso sapere quali e quanti saranno anche se il vento sul Siracusano è veramente forte tanto da raggiungere gli 80-90 km orari capaci di sdradicare alberi e distruggere quasi la qualsiasi cosa».

«Fortunatamente - ribadisce infine Consolo- tra qualche ora, il vento calerà di intensità così come le precipitazioni si ridurranno».

La zona del catanese flagellata pochi giorni fa, dunque, sembrerebbe essere “risparmiata” anche se, osserva infine Consolo “le precipitazioni, seppur non particolarmente intense, stante la vastità del raggio di azione del fenomeno, perdureranno nella zona etnea sino al tardo pomeriggio odierno mentre nel Siracusano andranno a scemare».

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: