Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Messina Denaro, indagato il medico che aveva in cura Bonafede

Alfonso Tumbarello, oggi in pensione, risulta essere il medico di base del vero Andrea Bonafede, l'uomo che ha "prestato" la sua identità al boss arrestato

Di Redazione

Alfonso Tumbarello, 70 anni, il medico che aveva in cura Andrea Bonafede, alias Matteo Messina Denaro, è indagato nell’ambito dell’arresto del super latitante. Tumbarello è di Campobello di Mazara ed è stato per decenni medico di base in paese, sino a dicembre scorso, quando è andato in pensione. Tumbarello sino a qualche mese fa è stato medico del vero Andrea Bonafede, 59 anni, residente a Campobello di Mazara e avrebbe prescritto le ricette mediche a nome dell’assistito. Ieri i carabinieri hanno perquisito le abitazioni di Campobello, di Tre Fontane e l’ex studio del medico che è stato anche interrogato. 

Pubblicità

Tumbarello si era candidato nelle elezioni amministrative del 2011 a sindaco di Campobello Di Mazara (Trapani). Era appoggiato dalla lista del Popolo delle Libertà e ottenne il 7,55% dei voti superando la stessa lista che prese il 3,92%. Precedentemente, nel 2006, il medico si candidò alle elezioni regionali nella lista (Casini-Udc) collegata a quella regionale «Per la Sicilia Cuffaro Presidente» senza essere eletto. Totò Cuffaro, attuale commissario regionale della Dc, condannato a 7 anni di carcere (scontati) per favoreggiamento aggravato a Cosa nostra, venne eletto presidente col 53% dei voti battendo Rita Borsellino col 41% e Nello Musumeci col 5,2%. Nel 2003 Tumbarello venne eletto nella lista Udc al consiglio provinciale di Trapani. Molte persone lo ricordano come un bravo pneumologo. 

«Gli inquirenti accerteranno cosa c'entra il dottor Alfonso Tumbarello con Messina Denaro, ma è certo che non c'entra niente con me», ha commentato il commissario regionale della Dc, Totò Cuffaro. «A chi della stampa non perde occasione per spargere fango contro di me voglio ricordare che nel 2006 la mia lista, era la 'Lista del Presidentè chiamata 'Arcobalenò, e il dottor Tumbarello non era candidato con la mia lista, era candidato nella lista della Udc e - precisa ancora Cuffaro- le candidature di Trapani non sono state scelta da me». "Nel 2011, quando si è candidato a sindaco, io ero già in carcere e, quindi, non l’ho potuto scegliere come candidato. Quello che si sta scrivendo contro di me è semplicemente vergognoso e non degno di una informazione seria ma soltanto diffamatoria", conclude Cuffaro. 
 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: