Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Mortai e micce illegali trovati in casa a Siracusa: arrestati padre e figlio

Gli investigatori hanno rinvenuto il materiale esplodente grazie anche al fiuto del cane Yocco, unità cinofila anti esplosivo della Questura di Catania

Di Redazione

Gli agenti della Squadra mobile hanno arrestato un 66enne, siracusano, e il figlio di 41 anni, per detenzione di materiale esplosivo di natura illegale, per omessa denuncia di materiale esplodente e per ricettazione dello stesso. Gli investigatori, grazie anche al fiuto del cane Yocco, unità cinofila anti esplosivo della Questura di Catania, hanno trovato in un’abitazione in viale Santa Panagia, zona nord di Siracusa, decine di colli contenenti materiale esplosivo, mortai e micce di accensione di vario tipo. Successivamente, la perquisizione è stata estesa ad un’altra abitazione e a un box, nella disponibilità degli stessi proprietari dell’abitazione, dove i poliziotti hanno trovato ulteriori confezioni di materiale esplodente e artifizi pirotecnici di varie categorie e classificazioni, anche di genere commercialmente vietato per quasi una tonnellata. 
 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: