Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Nascondeva un arsenale con 12 mila cartucce e oltre 700 ogive: arrestato l'armiere dei "Caminanti" di Noto

L'uomo sorpreso mentre cercava di nascondere le armi tra la vegetazione nei pressi della casa di un familiare

Di Redazione

Quasi 12 mila cartucce, ma anche un centinaio di inneschi, oltre 700 ogive calibro 22, quasi un chilo e mezzo di polvere da sparo, molle per armi, un serbatoio per pistola e una canna per pistola. E’ l’arsenale scoperto dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri di Noto che hano anche arrestato un uomo per detenzione illegale di armi e munizioni.

Pubblicità

Ad insospettire i militari è stato proprio l’uomo visto mentre trasportava alcuni voluminosi contenitori, verso la fitta vegetazione nei pressi dell’abitazione di un familiare e che, dopo essersi più volte guardato attorno per verificare che nessuno lo seguisse, con un paio di gesti repentini aveva nascosto i contenitori tra la vegetazione. E i carabinieri avevano ragione perché dentro c’era un vero e proprio arsenale. La perquisizione effettuata dai Carabinieri è proseguita all’interno e nelle pertinenze della villa dell’uomo dove è stato trovato anche un fucile con canne e calciolo mozzato, oltre a varie cartucce da fucile, abilmente nascosti tra le intercapedini di un muretto a secco. Secondo gli investigatori l’uomo è l’armiere dei “caminanti” ed è stato rinchiuso nel carcere di “Cavadonna” a Siracusa.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA