Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Neonato muore per soffocamento a Caltanissetta: indaga la polizia

Il piccolo è arrivato già privo di vita all'ospedale Sant'Elia. Forse è stato soffocato da un rigurgito

Di Redazione

Un bimbo di un mese è morto per asfissia prima di giungere, stamane, al pronto soccorso dell’ospedale Sant'Elia di Caltanissetta. La chiamata alla centrale del 118 è arrivata intorno alle 8.30. Quando i soccorritori sono arrivati in via Roma, nell’abitazione del piccolo, il bimbo era già in arresto cardiaco. Le cause del decesso non sono chiare e sulla vicenda indaga la polizia. 

Pubblicità

 Dalla centrale operativa, mentre veniva inviata l’ambulanza, l'operatore del 118 ha dato istruzioni ai genitori su come provare a rianimare il bimbo, ma ogni tentativo è stato inutile. Vana anche la corsa in ospedale, dove il neonato è giunto già morto. 

Il bimbo potrebbe essere stato soffocato da un rigurgito. Questo secondo quanto emerge da una prima ispezione del corpicino del bimbo che non avrebbe segni di violenza sul corpo. Al momento non si sa ancora se il pm di turno, Dario Bonanno, disporrà l’autopsia. 

 Quando il bimbo è arrivato in pronto soccorso il cuore era già in arresto cardiaco da diverso tempo. I medici del pronto soccorso e il rianimatore hanno provato a praticare la rianimazione cardiopolmonare per oltre trenta minuti, ma purtroppo non c'è stato nulla da fare. 

 Grande la commozione nel reparto dedicato alle emergenze. Il primario Salvatore Amico ha fatto battezzare il bimbo dal cappellano dell’ospedale, padre Giuseppe Anfuso. Il piccolino aveva compiuto un mese il 10 novembre. Le indagini sono affidate alla Squadra mobile di Caltanissetta. 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA