Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Omicidio a Prizzi, confessa la compagna della vittima: «L'ho ucciso io»

La donna, originaria di Rovigo, aveva conosciuto Giuseppe Canzonieri su Facebook e si era trasferita in Sicilia

Di Redazione


E’ stata la compagna ad uccidere a Prizzi, in provincia di Palermo, Giuseppe Canzonieri, 51 anni: la donna, Romina Soragni, nella serata di ieri si aggirava per il paese con le scarpe sporche di sangue dicendo «a casa mia c'è un morto. E’ il mio compagno, l’ho ucciso io». Poi è stato scoperto il cadavere dell’uomo e sono stati chiamati i carabinieri. Quindi nella notte sono arrivati il medico legale e il pm di turno della procura di Termini Imerese che coordina le indagini

Pubblicità

Originaria di Rovigo ma da qualche anno trasferita a Prizzi, la donna è stata fermata dai Carabinieri e ascoltata per tutta la notte dal pm Chiara Salerno Cardillo alla quale ha confessato il delitto.

Il pm ha già chiesto al gip di Termini Imerese la convalida con la misura cautelare degli arresti per pericolo di fuga. 

Quando ieri sera i militari sono entrati nell’abitazione hanno trovato il 51enne a terra in un lago di sangue. L’uomo era già morto da diverse ore e secondo il medico legale il decesso sarebbe avvenuto attorno alle 19 di ieri sera.

Canzonieri sarebbe stato colpito alla testa con una bottiglia. I due erano entrambi disoccupati e in più occasioni sono stati controllati dai carabinieri e segnalati per ubriachezza molesta.

La donna ha raccontato agli inquirenti di aver conosciuto il compagno su Facebook e dopo un periodo di relazione a distanza ha deciso di trasferirsi da Rovigo in Sicilia, prima a Palermo e poi a Prizzi. 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: