Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Palermo, autista dell'Amat aggredito sul bus 389 stracolmo di passeggeri

Urla, insulti e anche schiaffi contro il conducente e pugni contro il vetro che delimita il posto di guida

Di Redazione


Un autista in servizio sulla linea dei bus 389, da Palermo a Monreale, è stato aggredito da alcuni passeggeri. Sui social sta girando un video in cui si vede l'autista dell’Amat circondato da due persone che cercano di picchiarlo e lo minacciano e offendono più volte. L’autobus era pieno e qualche passeggero ha superato la cordicella che delimita l’area di sicurezza dell’autista. Il conducente ha fatto notare che quella zona deve essere vuota ed è scattata l’aggressione.

Pubblicità

Urla, insulti e anche schiaffi contro l’autista e pugni contro il vetro che delimita il posto di guida. Ad un certo punto uno degli aggressori ha lanciato l’estintore contro l’autista. L'aggressione è stata ripresa con alcuni telefonini e postata sui social. Anche le telecamere dell’autobus hanno ripreso tutto. «Abbiamo sentito l’autista che ci ha confermato che questa mattina presenterà denuncia - dicono dell’Amat - queste aggressioni sono intollerabili. Abbiamo estrapolato le immagini e sono a disposizione delle forze dell’ordine. Purtroppo in questi mesi stiamo soffrendo una carenza di mezzi e di autisti. Abbiamo poche vetture per coprire la tratta da Monreale a Palermo. Ieri dovevano essere cinque vetture e invece ne avevamo solo tre. Questo comporta la presenza di tanti passeggeri dentro gli autobus e le continue tensioni. Non per voler giustificare quanto successo. Ma ieri è accaduto sulla linea 389 oggi potrebbe successe su un’altra tratta. Abbiamo subito tagli importanti nel contratto di servizio. E questi sono gli effetti»

«Sono scene che a Palermo purtroppo abbiano già visto - dice Igor Gelarda, capogruppo della Lega al Comune - ma che non vorremmo mai più vedere. È incredibile che vi sia una sola vettura, sulla linea 389, che collega Palermo con Monreale, una delle mete turistiche italiane importanti a causa dei tagli al trasporto pubblico che penalizzano anche economicamente la nostra città». Solidarietà della Lega Palermo all’autista aggredito, in servizio da oltre 35 anni all’Amat.

«Speriamo che gli autori dell’aggressione vengano individuati e denunciati - dice Gelarda- Chiediamo all’azienda palermitana di trasporto di raddoppiare immediatamente il numero dei bus sulla linea 389 e di inserire anche i vigilantes, non solo per la sicurezza degli autisti, ma anche per quella dei passeggeri visto che è una linea dove i borseggiatori, per la presenza di turisti, sono all’ordine del giorno», conclude Gelarda. 


 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: