Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Palermo, i rifiuti della ristrutturazione del supermercato smaltiti “allegramente”: 12 indagati

Dodici persone accusate di traffico illecito di rifiuti e gestione illecita di rifiuti.

Di Redazione

I carabinieri forestali del centro anticrimine natura di Palermo, nucleo investigativo di polizia ambientale, agroalimentare e forestale hanno notificato l’avviso conclusioni indagini preliminari a 12 persone accusate di traffico illecito di rifiuti e gestione illecita di rifiuti.

Pubblicità

Le indagini, avviate nel mese di 2021, si sono sviluppate attraverso servizi di osservazione e pedinamento grazie ai quali è stato possibile accertare che durante i lavori di ristrutturazione di un punto vendita di una catena di supermercati venivano illecitamente dismessi e smaltiti numerosi elettrodomestici industriali. Nell’inchiesta coordinata dalla Dda di Palermo sono stati coinvolti il direttore dei lavori delle opere di ristrutturazione del punto vendita, il direttore di cantiere, 3 trasportatori e 2 titolari di impianti gestione rifiuti, uno di questi totalmente abusivo sequestrato dai militari

. Le apparecchiature elettroniche industriali sono state disassemblate nel punto vendita da personale non autorizzato nella gestione di questa tipologia di rifiuti e in seguito trasportati, con mezzi non autorizzati, in parte verso un impianto totalmente abusivo e in parte verso un impianto autorizzato che, tuttavia, non avrebbe comunque potuto ricevere tali rifiuti da personale non autorizzato.

Durante le perquisizioni nell’impianto abusivo sono stati trovati e quindi sequestrati parte dei rifiuti pericolosi (frigoriferi) precedentemente smantellati all’interno del punto vendita in ristrutturazione, oltre a più di 120 metri cubi di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi e circa 10.000 euro in contanti. I militari hanno sequestrato anche un automezzo contenente parte dei rifiuti illecitamente trasportati, mentre stava scaricando nell’impianto autorizzato. 
 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA