Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Scritto d'italiano, tesina e orale: la maturità 2022

Nella bozza presentata dal ministro una soluzione di compromesso che si avvicini a un ritorno alla normalità. Sottosegretaria Floridia: "Al lavoro per reintrodurre prova scritta"

Di Redazione

 Torna lo scritto d’italiano alla Maturità. Secondo la bozza del ministero dell’Istruzione sulle nuove regole per i 500mila maturandi di giugno 2022, anticipata oggi dal Sole24 Ore, l'esame si strutturerà in tre momenti: una prova scritta d’italiano di carattere nazionale, comune a tutti gli indirizzi di studio; una "tesi di diploma", con argomento assegnato ai maturandi entro aprile e riconsegnata entro maggio; e un colloquio orale, strutturato in più fasi. Una soluzione di compromesso - spiega il quotidiano della Confindustria - che consentirebbe al ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, di proseguire nel solco del graduale ritorno alla normalità. E che va incontro alle richieste sia di una parte della sua maggioranza sia di linguisti e studiosi. 

Pubblicità

«Non è possibile prevedere una maturità sul modello pre covid, ma la reintroduzione della prova scritta di italiano sarebbe molto importante nell’ottica di un graduale ritorno alla normalità. Inoltre sarebbe uno strumento importante di ragionamento ed elaborazione del pensiero da parte dei nostri studenti, in un il momento storico in cui è ancora più importante che in passato la maturazione di riflessioni sul presente che i nostri giovani si trovano a vivere. Lavoriamo dunque in questo senso, per reintrodurre la prova scritta di 
italiano». Lo dice la sottosegretaria all’Istruzione Barbara Floridia, M5S. 
 

 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: