Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Stromboli, prime limitazioni per la sicurezza dei turisti

Vertice con la protezione civile. Vietate le escursioni a partire da quota 290 metri e sino all’area sommitale del vulcano

Di Redazione

Scattano da oggi alcune limitazioni temporanee per quanto riguarda le escursioni sullo Stromboli. Lo prevede l’ordinanza, che sarà emessa stamane dal sindaco Riccardo Gullo dopo un confronto, avvenuto ieri sera, con il dipartimento della Protezione civile e i Centri di competenza. Sul versante di Stromboli, sarà vietato l’accesso ai visitatori/escursionisti a partire da quota 290 metri e sino all’area sommitale del vulcano.

Pubblicità

 

 

Sino a quota 290 si potrà accedere, soltanto se accompagnati da guide alpine e/o vulcanologiche autorizzate, attraverso il sentiero «Via Salvatore Di Losa - strada vicinale Parroco - Sentiero Naturalistico - Salita al Vulcano». Sul versante di Ginostra, analogo divieto per il sentiero di Punta Corvi, a partire da quota 130 m fino all’area sommitale. Sino a questa quota l’accesso è consentito soltanto se accompagnati da guide autorizzate. 

 


 Il provvedimento arriva per garantire la maggiore sicurezza possibile in caso di intensificazione dell’attività vulcanica che coinvolga aree diverse da quelle dei crateri sommitali e della Sciara del fuoco. 
 Al momento - come evidenzia l’Osservatorio etneo dell’Ingv - lo scenario eruttivo è stabile. L’attività effusiva mostra un’alimentazione moderata e a regime variabile con i fronti più avanzati che permangono ad una quota di circa 400 metri sul livello del mare. 
 Continuano ad osservarsi frequenti crolli e distacchi di materiale dal canale lavico eroso dai flussi e dal fronte stesso che arrivano velocemente in mare.

 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA