Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Ucciso a Partinico, si cercano tracce biologiche per risalire all'assasino

Per la morte di Leonardo Lauriano, trovato accoltellato e senza vita in un garage, c'è un sospettato attualmente a piede libero

Di Redazione

Si è svolta a Palermo l’udienza sull'omicidio di Leonardo Lauriano, l’anziano di 88 anni, ucciso con 59 coltellate dentro un garage in via Marconi, a Partinico. Oggi il gip Donata Di Sarno ha conferito l’incarico al perito Nicolò Polizzi, biologo. L’avvocato Salvatore Causarano che difende l’indagato, un settantenne partinicese che si trova a piede libero, ha nominato consulente tecnico di parte Gregorio Seidita, biologo forense dell’università di Palermo, che sarà assistito dalla dottoressa Viviana Tartaglia. La perizia avrà inizio l’11 febbraio e dovrà essere conclusa entro 90 giorni. 

Pubblicità

 

 

Il perito del Gip è chiamato ad accertare la presenza di tracce biologiche e il numero di persone presenti sulla scena del crimine. L’udienza in contraddittorio è fissata per il 31 maggio. Importante sarà stabilire se la scena del crimine sia stata contaminata sin da quella sera del 5 novembre scorso. I carabinieri nell’abitazione dell’indagato hanno sequestrato numerosi indumenti a caccia di qualche traccia biologica che possa ricollegare il sospettato con l’anziano ucciso. Le indagini sull'omicidio sono condotte dai carabinieri della compagnia di Partinico che in questi mesi hanno passato al setaccio la vita di Laurano e dei tanti conoscenti. 
 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: