Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Viviana e Gioele, raccolta di firme per riaprire il caso

Promossa dal marito sulla piattaforma change.org per nuove indagini sulle morti della moglie e del figlio avvenute due anni fa a Caronia.  "Il caso è stato chiuso qualche mese dopo come omicidio e suicidio, ma non è così"

Di Redazione

Daniele Mondello, padre di Gioele 4 anni e marito di Viviana Parisi, 43, trovati morti due anni fa nelle campagne di Caronia (Messina), chiede sulla piattaforma change.org di aderire ad una raccolta firme per chiedere la riapertura del caso sulla morte dei suoi familiari. In pochi giorni raccolte 3800 firme per chiedere giustizia per Viviana e Gioele. ll gip del Tribunale di Patti, accogliendo la richiesta della Procura, ha difatti archiviato l’inchiesta sulla morte della dj e del figlio trovati nell’agosto 2020 nelle campagne di Caronia, in provincia di Messina.

Pubblicità

 

 

La Procura aveva ipotizzato che la donna si fosse suicidata gettandosi da un traliccio della corrente, dopo aver ucciso il piccolo; l’altra ipotesi era che si fosse tolta la vita dopo la morte accidentale del figlio. "Io da due anni - scrive Daniele Mondello - mi batto come un leone per trovare verità e giustizia. Il caso è stato chiuso qualche mese dopo come omicidio e suicidio, ma non è così. Per questo sono qui a chiedere un aiuto: vorrei che il caso di Viviana e Gioele venisse riaperto».
 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: